Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Prevenzione dai pidocchi con Paranix Prevent

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Hai paura dei pidocchi? Sei terrorizzata dall’idea che tuo figlio rientrando a scuola, riprendendo la palestra o tornando in ludoteca porti a casa i pidocchi? Da maggio ad ottobre l’allerta pidocchi tra le mamme è massima. Questo è il periodo di massima proliferazione e diffusione di tali ...

di Vita Da Mamma

16 Settembre 2012





prevenzione pidocchi

Hai paura dei pidocchi? Sei terrorizzata dall’idea che tuo figlio rientrando a scuola, riprendendo la palestra o tornando in ludoteca porti a casa i pidocchi?

Da maggio ad ottobre l’allerta pidocchi tra le mamme è massima. Questo è il periodo di massima proliferazione e diffusione di tali parassiti, piccoli, fastidiosi ed ostinati (ostinati perché capaci di riprodursi velocemente e copiosamente). Sui pidocchi molti sono i miti da sfatare, non tutto ciò che si sente dire sulla pediculosi corrisponde a verità.

Grazie a Paranix ( http://www.paranix.eu/it-IT) possiamo conoscere ed affrontare meglio il problema pidocchi.

I pidocchi sono insetti e precisamente parassiti cosiddetti solenofagi perché si cibano di sangue umano; mangiando forfora e piccoli frammenti di cute prelevano il sangue dal derma della testa. Un pidocchio adulto misura appena 34 millimetri, ha sei zampette e un apparato boccale che gli consente di ancorarsi all'epidermide.

Proprio dopo essersi attaccati al derma, con i denti fanno penetrare nella cute i cosiddetti stiletti, che in una massima approssimazione possiamo paragonare a delle sottili cannucce che si orientano verso un vaso sanguigno e lo perforano consentendo al pidocchio di succhiare il sangue umano e quindi sopravvivere.

Mangiando, il pidocchio secerne della saliva che si riversa anche nella ferita. Tale saliva irrita il derma generando il prurito, tipico sintomo della pediculosi.

I pidocchi nascono dalle lendini (uova di pidocchio) che si schiudono ogni 7 giorni; ogni pidocchio produce da 100 a 200 uova.

La schiusa delle uova di pidocchio è facilitata dal tepore del capo; primavera, estate ed autunno sono i periodi dell’anno in cui i pidocchi risultano maggiormente aggressivi perché il pidocchio del capo per sua natura non depone uova a temperature inferiori ai 25° C.

pidocchi

I pidocchi amano l’uomo perché dalla sua testa dipende la loro sopravvivenza! Un pidocchio adulto lontano dall’uomo (ospite) sopravvive solo pochi giorni. Più coriacee sono le ninfe, cioè i parassiti giovani ancora non in grado di riprodursi, più resistono a temperatura ambiente sino a 10 giorni.

I pidocchi del capo si annidano sulla testa dell’uomo: nuca, tempie e l’area appena dietro le orecchie sono le zone predilette dai parassiti.

Scovare un pidocchio tra i capelli è una cosa assai difficile perché questi insetti sono capaci di mimetizzarsi con le ciocche e di adattare il proprio colore a quello della testa su cui vivono. Infatti i parassiti variano la loro colorazione dal marrone chiaro al bruno a seconda del colore dei capelli dell’ospite.

È assai più facile avvistare le lendini, le uova del pidocchio: le lendini sono bianche, tondeggianti, traslucide e lunghe 12 millimetri.

La caratteristica delle uova di pidocchio è quella di attaccarsi saldamente al capello, tanto saldamente che tirando non vengono via, né si staccano con l’acqua o con un comune shampoo.

In presenza di lendini e pidocchi sulla cute si parla di infestazione.

L’infestazione va curata con prodotti specifici schiume o polveri. L’applicazione di prodotti atti a devastare i pidocchi e le uova va ripetuta per tre volte a distanza di sette giorni l’una dall’altra.

È buona norma utilizzare un pettinino in metallo a denti stretti, in commercio se ne trovano di specifici per combatter le infestazioni da pidocchi, taluni sono anche elettrici. Il loro utilizzo garantisce la sicura rimozione delle uova che tanto saldamente abbracciano i capelli.

Come si trasmettono i pidocchi?

Appurato che sono insetti prolifici e capaci di affezionarsi velocemente alla testa ospite, va chiarito subito che i pidocchi non hanno nulla a che fare con la pulizia, né con l’igiene personale.



I pidocchi passano da capo a capo, non volano e non sono capaci di salti acrobatici. Il passaggio del pidocchio da una testa ad un’altra avviene o per contatto diretto tra le teste oppure grazie ad un vettore, come può essere un cappello, un materassino, un giocattolo, ecc.

A scuola i bambini vivono promiscuamente in un ambiente comune, la vicinanza tra i piccolini favorisce assai la diffusione del problema.

È buona norma ad esmepio legare i capelli alle bambine: portandoli sciolti le piccole fanciulle rendono più semplice lo spostamento dei pidocchi, in parole povere danno uno slancio in più al pidocchio!

È bene abituare i bambini a non scambiarsi asciugamani, cuscini, materassini e cappelli. Ed è corretto effettuare una raziocinante prevenzione.

Prevenire è meglio che curare! Mai tale motto è stato più indovinato.

I pidocchi possono essere allontanati grazie al costante e corretto uso di cure preventive anche naturali. pidocchi

Io ho due bambini all’asilo, scelgo di prevenire e col ritorno a scuola ricomincio ad usare Paranix Prevent lozione spray. Lo vaporizzo ogni giorno sulla testa dei miei bambini, lascio che si asciughi all’aria, senza l’uso del phon … e via a scuola col capo protetto da una invisibile barriera anti pidocchio. Prevenire i pidocchi è possibile, i parassiti aggrediscono il capello e scalandolo si arrampicano sino alla cute.

Paranix prevent crea una protezione capace di rendere ardua l’aggressione del parassita che messo in difficoltà cambia testa! Alcune mamme credono di risolvere il problema tagliando completamente i capelli ai bambini, ed ecco che compaiono teste con tosature minimaliste.

I pidocchi si annidano sulla pelle e le uova si attaccano sui capelli a 510 millimetri dalla cute. Ciò detto è evidente che radere la testa ai bambini non serve a molto! A poco servono anche i bagni di aceto, i lunghi minuti col capo sotto l’acqua nella vana speranza che il pidocchio affoghi o le maschere di balsamo.

Basta uno spruzzo che porti in sé la saggezza della natura: basta Paranix Prevent. Talune mamme vanno in farmacia con un’ansia incontrollata e comperano il primo anti pidocchi che viene loro proposto.

Attenzione è opportuno valutare la composizione della lozione che scegliete e considerarne la sicurezza per la salute del capo di vostro figlio.

Io ho scelto Paranix Prevent perché è completamente naturale: sul bugiardino si legge che è a base di estratti di Neem oil, Thymus Vulgaris e Tea Tree Oil.

È dunque rispettoso della delicata cute dei miei bambini e non li espone al contatto con sostanze innaturali e chimiche. Si può vaporizzare sulla testa tutti i giorni, non secca, né sfibra il capello. Nei periodi di massima criticità l’uso quotidiano minimizza il rischio di contrarre i pidocchi.

Grazie al formato spray è possibile vaporizzare una piccola quantità di prodotto su cappelli, sciarpe e cappotti, gli indumenti che normalmente veicolano i parassiti.

La natura usata con saggezza aiuta a prevenire il fastidioso problema dei pidocchi, abbi cura di tuo figlio con naturalezza ed accarezza la sua testa con lo spruzzo sicuro di Paranix Prevent.

Articolo sponsorizzato

Leggi anche

Seguici