Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Dieta Dukan, ecco lo schema da seguire per ottenere risultati

La dieta Dukan è una dieta che ha fatto dimagrire tante persone, ma che ha anche fatto registrare degli insuccessi.

di Daniele Lisi

14 Settembre 2012





Dieta DukanLa dieta Dukan,  la dieta che fa sempre tanto parlare di sé per il fatto di essere una dieta amata e, al tempo stesso, disprezzata da molti. Come avviene in molte situazioni analoghe, vi sono i favorevoli e i contrari, ciascuno convinto delle proprie tesi  ma anche poco propenso a prendere per buone quelle altrui. Fatto è che la dieta Dukan è una dieta molto seguita, che ha potuto contare anche sulla pubblicità che le hanno fatto diversi testimonials di successo, e che infine, cosa da non sottovalutare, ha fatto la fortuna del suo ideatore, Pierre Dukan. Il medico francese ha fatto spesso parlare di sé per tante affermazioni e iniziative fortemente contrastate dall’Ordine dei Medici di Parigi, tanto è vero che alla fine si è arrivati alla sua radiazione dall’ordine.

In tutti i casi la dieta Dukan è una dieta che ha fatto dimagrire tante persone, ma che ha anche fatto registrare degli insuccessi per colpa delle conseguenza negative che ha provocato in alcuni soggetti. In tutti i casi, la si potrebbe definite come una dieta che fa dimagrire mangiando, perché in definitiva non pone limiti alla quantità, mentre invece limita drasticamente gli alimenti da poter utilizzare. Ma vediamola in dettaglio.

Dieta DukanInnanzi tuto la dieta Dukan si articola in quattro fasi, ciascuna di differente durata, e  ciascuna con delle esclusioni più o meno severe di alimenti. Va anche detto, per completezza d’informazione e senza intento polemico, che si tratta di una dieta iperproteica, ovvero squilibrata in favore delle proteine, cosa che alla fine la rende controindicata per soggetti afflitti da problemi renali, epatici e cardiaci. Molti sostengono che una dieta con tante e tali controindicazioni non possa essere definita tale, in quanto una dieta deve poter essere seguita da tutti, senza particolari limitazioni e per un tempo imprecisato, ma in tutti i casi si tratta di una opinione di una parte del mondo scientifico.



Tornando alla dieta in sè, le fasi sono:  Fase 1 o di attacco, fase 2 o di crociera, fase 3 o di consolidamento, fase 4 o di stabilizzazione. La fase di attacco deve durare per un periodo non superiore a sette giorni, in pratica una settimana, ed è quella in cui in genere si perdono il maggior numero di chili. E’ la fase la più a base proteica in assoluto, che prevede l’utilizzo di 72 alimenti  tra cui annovera carni di pollo, tacchino, vitello e manzo rigorosamente magre, uova, pesci, frutti di mare, latte, yogurt; non sono previste frutta e verdura.

La fase di crociera ha una durata variabile, in quanto deve essere seguita fin quando non si raggiunge il peso che ci si era prefissati. Gli alimenti sono gli stessi di quelli consentiti nella prima fase, con l’aggiunta  di alcune verdure, tra le quali la lattuga, i fagiolini, gli spinaci, i pomodori.
La fase di consolidamento ha una durata che è legata alla perdita di peso, in quanto deve essere il risultato del prodotto tra i numero di chili persi x 10. In sostanza, se si sono persi 14 chili, la durata sarà di 140 giorni. Agli alimenti fino ad ora consentiti, vanno aggiunti alcuni carboidrati, come il pane, zuccheri, formaggi e frutta. Il giovedì deve comunque essere dedicato al solo consumo di Il libro della dieta Dukanalimenti proteici, tutti i giorni vanno assunti tre cucchiai di crusca, come del resto anche nei due periodi precedenti, e infine sono concessi due pasti della festa, ovvero per due volte, non consecutive, è possibile mangiare di tutto.

Infine l’ultima fase, quella di stabilizzazione, che va seguita per tutta la vita e che consente di mangiare un po’ di tutto, fermo restando i soliti 3 cucchiai di crusca al giorno e il giovedì dedicato solo al proteico.
Naturalmente si tratta di una esposizione molto sommaria, perché per  seguire correttamente la dieta, è necessario acquistare il libro, contribuendo così alle fortune del dott. Dukan.

Leggi anche

Seguici