Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Staminali: donarle o conservarle. Cosa scegliere

Oggi è dimostrato da numerosi studi scientifici che per il trattamento di numerose patologie le cellule staminali rivestono un ruolo importante. Contenute anche nel sangue del cordone ombelicale di ogni bambino appena nato, queste cellule possono essere conservate privatamente oppure donate al sistema pubblico. La donazione cordone ombelicale è una scelta ...

di Redazione TuttaSalute.net

13 Settembre 2012

cellule staminali biobancaOggi è dimostrato da numerosi studi scientifici che per il trattamento di numerose patologie le cellule staminali rivestono un ruolo importante. Contenute anche nel sangue del cordone ombelicale di ogni bambino appena nato, queste cellule possono essere conservate privatamente oppure donate al sistema pubblico.

La donazione cordone ombelicale è una scelta importante che ogni famiglia dovrebbe compiere in piena consapevolezza. Per questo, proviamo in poche righe a dare alcune delle informazioni necessarie sul funzionamento delle due realtà proposte, in modo che si possa scegliere con serenità.

In una delle vie possibili, quella della conservazione privata, le cellule prelevate dal cordone vengono crioconservate in biobanche e rimangono di proprietà della famiglia. In questo modo i genitori potranno usufruirne immediatamente in caso di necessità e in questo modo le staminali possono essere utilizzate, qualora ci fosse bisogno, per effettuare trapianti autologhi (cellule infuse nella stessa persona che le ha generate), oppure allogenici intra-familiari (il trapianto avviene su un membro della famiglia del donatore). Si sottolinea, in questo contesto, che più stretta è la parentela, maggiore sarà la possibilità che ci sia compatibilità: fino al 50% con i genitori e fino al 25% con fratelli e sorelle.

Come stabilito dal Decreto Ministeriale del 18 Novembre 2009, la conservazione privata può essere effettuata solamente in biobanche con sede in territorio estero. Rimanendo sul nostro territorio nazionale, affidandosi quindi al sistema sanitario pubblico, i genitori mettono a completa disposizione le cellule staminali raccolte dal sangue del cordone ombelicale del proprio figlio e in questo caso ne perdono la proprietà. Il campione viene conservato in una delle strutture pubbliche presenti sul territorio nazionale e potrà essere utilizzato, nel caso in cui venga riscontrata compatibilità, nel corso di trapianti allogenici.

L’unica eccezione, come predisposto dal Ministero della Salute1, è il caso in cui vi siano rischi di patologie “geneticamente determinate” per il nascituro: solo in questo caso, la famiglia può decidere per la conservazione dedicata ad uso autologo.

Va aggiunto che, nonostante nel nostro Paese sia presente il 10% delle strutture mondiali, i dati riportati dal CNS (Centro Nazionale Sangue) dimostrano che il numero di campioni bancati è ancora molto basso: nel 2011, sono state conservate solamente il 3.1422 delle 22.166 unità di sangue prelevate contro un numero di nascite pari a circa 550mila neonati3.

Infine, è importante sottolineare la qualità del servizio offerto dalle banche private che ha dato luogo in molti casi a risultati positivi. Un esempio su tutti è il caso della bambina affetta da leucemia linfoblastica acuta, sottoposta al trapianto autologo di staminali del cordone all’età di soli tre anni, oggi è una ragazzina di sei anni sana, che conduce una vita normale ed è un’ottima studentessa3. Per quanto riguarda i casi di successo di trapianti intra-familiari, il caso del piccolo Jan, bimbo affetto da anemia aplastica curato  grazie alle cellule sane del fratellino, è uno dei più significativi4.

Entrambe le scelte sono meritevoli e troppo spesso si creano inutili competizioni e rivalità tra le due realtà, quando invece dovrebbero lavorare per combattere lo spreco delle cellule staminali del cordone, una risorsa molto preziosa per il futuro delle nostre famiglie.

Per ulteriori informazioni: www.sorgente.com

Note:

1. Decreto Ministeriale 18 novembre 2009 “Disposizioni in materia di conservazione di cellule staminali da sangue del cordone ombelicale per uso autologo-dedicato”.

2. Report 2011 riportato dal CNS.

3. Dati Istat.

4. Clicca qui per scaricare il documento.

5. Clicca qui per scaricare il documento.



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!

Seguici