Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Caduta dei capelli, qual è lo shampoo giusto da usare?

L’igiene del cuoio capelluto è fondamentale per evitare che questo possa accadere, così come lo è altrettanto la scelta dello shampo giusto.

di Daniele Lisi

08 Settembre 2012





CapelliLa caduta dei capelli, un problema con il quale spesso bisogna fare i conti, anche se oggi le armi a disposizione per cercare di evitare, o almeno, limitare  la caduta sono certamente più efficaci rispetto a quelle disponibili nel passato. L’igiene del cuoio capelluto è fondamentale per evitare che questo possa accadere, e quindi la scelta dello shampoo giusto è altrettanto fondamentale. Tutto dipende, ovviamente, dal tipo di capelli  e dalle condizioni cui sono per lo più esposti. Infatti, anche le condizioni ambientali sono importanti nell’alopecia, dal momento che anche l’esposizione ad agenti inquinanti può essere determinante.

Lavare i capelli con uno shampoo adatto è certamente una delle migliori forma  di prevenzione che tutti dovrebbero adottare, e questo non soltanto per coloro che già sono interessati da una perdita dei capelli. Sul mercato sono oggi disponibili diversi tipi di shampoo e, in particolare, lo shampoo anticaduta è uno dei più utilizzati e ricercati proprio perché, oltre ad assicurare una perfetta igiene del cuoio capelluto, favorisce anche il rinforzamento dei capelli e della cute.

Bisogna, in tutti i casi, dire che non esistono prodotti miracolosi, shampoo  in grado di scongiurare in maniera totale e definitiva il problema, tuttavia è Caduta capellipossibile ottenere dei buoni risultati, certamente migliori di quelli che si potevano ottenere negli anni passati. Innanzi tutto non bisogna utilizzare prodotti troppo aggressivi  in quanto potrebbero procurare più danni che altro. La cuticola del fusto pilare, che già è fragile di per sé e lo è ancor di più in coloro che cominciano a perdere i capelli, diventa a scaglie e i capelli, divenuti rugosi, cominciano ad essere più difficili da pettinare, si spezzano e si sgretolano con facilità e il cuoio capelluto  si sensibilizza, tanto da diventare più arrossato e pruriginoso.



L’effetto detergente di uno shampoo ha inizio con la sua capacità di bagnare lo sporco che si trova nel sebo che avvolge, o meglio, circonda il capello. Dopo ha inizio la fase emulsionante che disperde nell’acqua del lavaggio lo sporco che poi deve essere eliminato nella fase del risciacquo. Quindi, oltre a portare particolare attenzione alla fase di lavaggio, bisogna sciacquare anche molto bene e a lungo, in modo da essere sicuri di aver  eliminato completamente tutto lo sporco e anche i residui detergenti.
In linea di massima, uno shampoo di buona qualità contiene dal 10 al 20% di detergenti in 80 – 90% di acqua a sua volta sterilizzata e deionizzata. Essendo molteplici le funzioni di uno shampoo, questo  richiede l’utilizzo di una quantità di componenti notevole, ciascuno con problemi di compatibilità e di dosaggio per cui le tipologie dei prodotti sono diverse, in base alle funzioni che esso deve assolvere.

Quindi, la fase del lavaggio, al pari della qualità e delle caratteristiche dello shampoo è estremamente importante. Esistono diverse categorie si prodotti, ciascuno adatto ad una specifica esigenza. Vi sono gli shampoo classici, quelli che hanno i solo scopo di detergere correttamente capello e cuoio capelluto e che vengono utilizzati per lo più da coloro che non hanno problemi di sorta. Vi sono gli shampoo trattanti specifici, quelli che si adattano ad un cuoio capelluto alterato, mediante l’utilizzo di molecole specifiche che hanno un azione farmacologica nota.

ShampooVi sono poi gli antiforfora che servono per contrastare una proliferazione abnorme ed eccessiva di microrganismi residenti, per cui svolgono una azione antibatterica e antimicotica. Vi sono poi quelli antiseborroici che hanno una formulazione contenente agenti  specifici che tendono a rallentare la secrezione sebacea, una delle cause della caduta dei capelli.
In sostanza, gli shampoo disponibili sono una infinità, ciascuno con le sue caratteristiche e ciascuno adatto ad una specifica esigenza. Per districarsi in questo universo di schiuma, è bene rivolgersi ad uno specialista, che saprà indicare il prodotto più indicato per ciascuna esigenza.

Leggi anche

Seguici