Facebook come il sesso, dà piacere e crea dipendenza

Social network e nuove dipendenze: è proprio vero? E' vero che navigare su FB porta lo stesso piacere di un orgasmo?

di Redazione

03 Settembre 2012

I social network danno dipendenza. E’ questa la conclusione alla quale sono arrivati i ricercatori dell’università di Harvard, studiando i risultati ottenuti da cinque test che hanno interessato circa trecento persone.

frequentatori di Facebook e degli altri social network, inserendo commenti, foto e notizie sulla loro vita o sui loro gusti provano lo stesso piacere che si può ottenere con un rapporto sessuale o con una bella mangiata. Queste persone, col tempo, possono diventare dipendenti, ritrovandosi ad essere schiavi di internet. Si svilupperebbe, infatti, una sorta di dipendenza simile a quella che si può creare per il lavoro o per le slot machine.

Gli studi affermano che sempre più persone trascorrono il loro tempo a chattare sui social network e diventano così incapaci di vivere una vita reale e piena. Alcuni ricercatori dell’università di Bergen, in Norvegia, hanno messo a punto un test per capire quale sia il livello di dipendenza. I risultati si ottengono rispondendo a sei domande che vertono sulla capacità di controllare la propria necessità di collegarsi a Facebook e sulla possibile influenza negativa dell’uso di questo social sul lavoro o sullo studio. Altre domande riguardano il tempo trascorso su FB e se ci si collega per dimenticare le proprie difficoltà.

I risultati si ottengono in modo molto veloce, infatti coloro i quali hanno risposto positivamente a quattro o più domande, sono vittime della dipendenza da Facebook.

Questo problema che talvolta può spaventare lo stesso “dipendente” può essere risolto ed alcuni consigli per non cadere in trappola vengono dal sito internet Mashable.

Il sito suggerisce di riflettere sull’importanza del tempo e sulla necessità di stabilire degli obiettivi precisi, ogni volta che si entra su FB. Si può decidere di condividere foto ed emozioni ma, l’importante è che questi traguardi vengano raggiunti. Ogni venti minuti circa, è bene staccare e prendersi una pausa, durante la quale verificare se si sono raggiunti gli obiettivi o meno.

E’ superfluo sottolineare invece l’importanza di vivere la vita reale, fuori da casa, incontrando gente nuova e facendo esperienze. La lezione è che la vita reale è sempre più stimolante di quella virtuale e che vale la pena di viverla.



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!

Seguici