Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Caduta dei capelli, i rimedi omeopatici

L’omeopatia può dare una mano nella lotta alla caduta dei capelli, sia rallentandola sia contrastando le cause che sono all’origine del problema.

di Daniele Lisi

29 Agosto 2012





Caduta dei capelliLa caduta dei capelli è un problema che interessa un gran numero di persone, anche se il problema è meno frequente di un tempo, non tanto per il fatto che non si presenti, ma semplicemente che oggi si hanno a disposizioni più armi rispetto al passato per contrastarne la caduta. Le conoscenze del problema sono evidentemente maggiori di alcuni anni fa, così come sono maggiori le conoscenze circa i meccanismi  che determinano la caduta dei capelli.
Le cause sono molteplici, molte delle quali possono essere risolte con una certa tranquillità. La sola a rappresentare una battaglia persa è quando la caduta è legata ad un problema genetico. In tal caso non ci sono lozioni o cure che tengano, la sola strada percorribile è e resta il trapianto, il solo modo per potersi dotare nuovamente di una bella e folta capigliatura.

Le altre cause, come detto, possono essere contrastate con buone probabilità di successo. Anche grazie ai tanti nuovi prodotto disponibili. Una delle cause può essere una cattiva alimentazione, in particolar modo quando la dieta è povera di vitamine, in particolare la B6, che ha un ruolo determinante per la salute del capello, per cui è sufficiente arricchire la dieta con alimenti ricchi di tali vitamine per risolvere il problema alla radice, è proprio il caso di dirlo. Molto dipende anche dallo stress, dall’ansia, che hanno un ruolo molto più importante di quanto si possa pensare.

Infine la pulizia del cuoio capelluto che, in presenza di forfora, impedisce la regolare respirazione del capello e in particolare dei follicoli, per cui è necessario che  l’igiene sia molto curata.
AlopeciaL’omeopatia può dare una mano nella lotta alla caduta dei capelli, sia rallentandola sia contrastando le cause che sono all’origine del  problema. Tra i vari prodotti omeopatici si ricordano:
Anacardium orientale 15 CH, particolarmente indicato agli studenti in giovane età che, oltre ad essere interessati dalla caduta dei capelli, sono stressati  e presentano disturbi della memoria e una certa alterazione dei normali comportamenti.



Ignatia amara 30 CH, particolarmente adatto in caso la caduta dei capelli sia la conseguenza di un grave stress emotivo, come la perdita di una persona cara o di un qualsiasi altro evento del genere.
Kali phosphoricum 9 CH, indicato nei casi in cui la caduta dei capelli è riconducibile a periodi di studio particolarmente intensi o a lavori particolarmente faticosi e prolungati nel tempo.
Sepia 30 CH, indicato quando la caduta dei capelli è riconducibile ad eruzioni cutanee del cuoio capelluto provocate da stress, frustrazioni e latro ancora.
Vi sono poi anche dei prodotti naturali che possono essere d’aiuto per combattere, o quanto meno contrastare l’alopecia, e tra questi si ricordano:
Serenoa repens, una palma nana che ha degli effetti positivi  sulla caduta dei capelli, in particolare nei maschi. Si tratta di una pianta che non da nessun effetto collaterale, anche se ne viene sconsigliato l’uso in caso di gravidanza.

Equiseto,  noto anche come la coda cavallina, nome decisamente bene augurante, dotato di proprietà antisettiche, diuretiche e rimineralizzanti, un vero toccasana contro la caduta dei capelli.
Il miglio, che essendo un antianemico è particolarmente importante in caso di alopecia.
Prodotti omeopaticiI semi di zucca che, grazie la fatto di essere particolarmente ricchi di diversi minerali quali il sodio, zinco, magnesio e selenio, sono molto spesso utilizzati nella composizione di integratori contro la caduta dei capelli.

Poter contare su di una bella capigliatura è importante, perché i capelli sono un tratto distintivo del carattere e della personalità, sono una delle componenti della persona che saltano subito agli occhi, sia che ci siano, a maggior ragione in caso di loro assenza. Quindi curarli, cercare di conservarli in buona salute, fare il possibile per evitare o quanto meno ritardarne la scomparsa è una esigenza per tutti. In ultima analisi, c’è sempre il trapianto.

Leggi anche

Seguici