Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Wi-Fi ed obesità: esiste una correlazione

Uno studio dimostra che aumenta il rischio di avere un figlio obeso se la mamma è troppo esposta al Wi-Fi

di Raffaela

31 Luglio 2012





Uno studio condotto dai ricercatori del Kaiser Permanente (California), ha messo in evidenza una correlazione tra Wi-Fi ed obesità nei ragazzi.  Il motivo è da ricercare nell’esposizione delle donne, durante la gravidanza, alle onde elettromagnetiche emesse da dispositivi Wi-Fi.

Lo studio è iniziato parecchi anni fa ed ha coinvolto centinaia di donne in dolce attesa, ognuna delle quali ha indossato un apparecchio chiamato esposimetro, in grado di misurare i campi magnetici dei dispositivi con cui erano in contatto quotidianamente.



In seguito al parto, i ricercatori hanno seguito per 13 anni la crescita di 733 bambini, valutando ne il peso corporeo. Scartando fattori ambientali e di educazione (stile alimentare, malattie, fumo ad esempio), gli studiosi hanno riscontrato un aumento di bambini obesi del 50%, nati dalle donne che maggiormente esposte al Wi-Fi.

Percentuale che sale all’84% in alcuni casi di massima esposizione. La ricerca, i cui studi sono stati pubblicati sulla rivista Scientific Reports, fa riflettere tanto che il Codacons ha suggerito maggiore attenzione ed una riduzione della “corsa ai dispositivi wi-fi, intrapresa ormai da molti comuni”.

Gli autori dello studio, hanno dichiarato:  “I campi elettromagnetici a scrivono gli autori – da quelli del microonde a quelli dei dispositivi wifi, potrebbero contribuire alla epidemia di obesità in corso, anche se per esserne certi servirebbero studi più ampi”.

Leggi anche

Seguici