Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Combattere la cellulite con l’acqua del mare

Curare la cellulite con l'acqua di mare è possibile grazie al fenomeno dell'osmosi

di Daniele Lisi

07 Luglio 2012





celluliteCombattere la cellulite con l’acqua del mare non è affatto una novità, non per niente la talassoterapia  è praticata da secoli per curare il corpo con il mare, quindi non solo con l’acqua salata.
Per quanto riguarda la cellulite, il meccanismo di azione è abbastanza semplice e si basa sul fenomeno dell’osmosi, praticamente lo scambio di liquidi tra due contenitori separati da una sottile membrana. Questa è rappresentata dalla pelle che, si sa, è permeabile per cui essendo l’acqua di mare salina, richiama all’esterno i liquidi stagnanti, tipici della cellulite.

Ma i benefici che l’acqua di mare assicura al nostro organismo non sono solo questi perché, grazie alla presenza di iodio, risulta essere un valido aiuto a chi a problemi di circolazione. Camminare nell’acqua, con le gambe immerse fino al ginocchio, ma anche più su, produce un effetto massaggiante che nessuno è in grado di riprodurre. Si ottiene così anche un effetto tonificante sulle gambe, a tutto vantaggio della circolazione che viene stimolata e favorita. Per camminare nell’acqua bisogna  vincere la forza opposta dalla massa d’acqua stessa, inoltre poiché i movimenti avvengono in condizione di scarico, si hanno anche notevoli benefici per le articolazioni, ma senza il rischio di andare incontro a traumi o altri inconvenienti del genere.

Ovviamente, bisogna prima assicurarsi che non vi siano ostacoli fisici sul percorso, come pietre, rocce o aggetti taglienti, che sono il solo rischio che è possibile incontrare.
camminare nell'acquaL’acqua di mare, inoltre, è una sorgente naturale, pressoché infinita, di  sali minerali e oligoelementi quali  il magnesio, il rame, il sodio, il potassio, il rame, il ferro, il calcio, lo iodio e il fosforo, tutte sostanze solubili che a contatto con la pelle vengono assorbite attraverso i pori dell’epidermide.
Inoltre, la sabbia ha la capacità di pulire e detergere l’epidermide  da tutte le impurità, per cui ha lo stesso effetto di certi prodotti specifici.



Il mare è una fonte di vita, di benessere, che non si esaurisce solo al benessere fisico, ma anche  a quello mentale, spirituale. Una giornata trascorsa a passeggiare sulla riva del mare, con la mente libera dai cattivi pensieri , con il fresco che ti pervade completamente per il fatto di avere i piedi nell’acqua, è una sensazione unica, è come tornare a nuova vita.
Non solo, camminare, lo sanno tutti ormai, fa mene alla salute, migliora il tono muscolare, migliora la pressione e la circolazione, riducendo seriamente il rischio cardiovascolare, migliora la funzionalità intestinale, previene  un gran numero di malattie, anche gravi e a volte letali, previene l’osteoporosi e il diabete, e mette nelle condizioni d’animo ideali per affrontare i periodi brutti della vita, i giorni cupi che certamente non mancheranno con  questa crisi in atto.

L’acqua di mare, poi, come abbiamo visto  combatte la cellulite e grazie all’osmosi, migliora i gonfiori tipici della ritenzione idrica; combatte efficacemente i radicali liberi;  stimola il metabolismo e il sistema immunitario migliorando quindi le difese contro le aggressioni di agenti patogeni esterni; migliora notevolmente la circolazione sanguigna, in acqua di mareparticolare quando si cammina nell’acqua, un vero massaggio naturale, e oltre tutto completamente gratuito il che non guasta mai, ben più efficace di tanti altri; stimola l’eliminazione delle tossine e nutre le cellule.

Come detto all’inizio, la talassoterapia era conosciuta fin dall’antichità, per cui  vi si faceva ricorso per i più svariati motivi, pur non sapendo e comprendendo quali fossero i meccanismi che producevano i tanti benefici. Quindi, al mare, ricordarsi di fare una bella passeggiata nell’acqua, che si abbia o meno problemi di celluliti ha poca importanza, visto che in tutti i casi è un vero toccasana, oltre ad essere una passeggiata piacevole.

Leggi anche

Seguici