Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Eliminare la cellulite: ginseng e guaranà sono efficaci?

Per avere ragione della cellulite è necessario contrastarla al suo primo apparire.

di Daniele Lisi

04 Luglio 2012





celluliteEliminare la cellulite con   ginseng e guaranà  è possibile., ma ovviamente entro certi limiti. Come detto in altre occasioni, non è possibile eliminare completamente la cellulite, ma è certamente possibile contrastarla efficacemente, in particolar modo se è in fase iniziale. Quindi, la cosa importante è non trascurarsi, non lasciare che un inizio spesso inevitabile di cellulite  assuma proporzioni tali da diventare una vera e propria malattia dell’epidermide e dei suoi strati sottostanti.
Il segreto  per combatterla, è innanzi tutto prenderla per tempo, poi tutto il resto non è altro che la normale conseguenza, positiva ovviamente, delle attenzioni che vi dedicheremo.

Il ginseng è una valida soluzione alternativa ai tanti prodotti disponibili in commercio contro la cellulite, alcuni efficaci, altri meno, ma in tutti i casi decisamente costosi. Una soluzione fai da te, invece, è altrettanto efficace, solo che è alla portata di tutte le tasche, anche di quelle meno fornite.
Per utilizzare il ginseng, è innanzi tutto necessario preparare una miscela rassodante mescolando 3 cucchiai di olio di macadania, cinque gocce di olio essenziale di rosa, 3 di olio di limone, 3 di neroli e, infine,  20 gocce di tintura madre di ginseng. Dopo aver rimescolato il tutto fino ad ottenere un composto abbastanza omogeneo, eseguire con le mani  unte di prodotto, un massaggio su cosce, addome e fianchi, utilizzando la tecnica dell’impastamento, in particolar modo dei tessuti diventati  meno tesi. Ripetere le applicazioni regolarmente, fino a quando il problema non sia sufficientemente regredito.

ginsengIl guaranà, invece, va assunto dall’interno, ovvero ingerito, sotto forma di compresse, e aiuta a sciogliere i grassi e a stimolare il metabolismo. In sostanza si tratta di un eccitante, un po’ come il caffè o il the verde, per cui è meglio ridurre il consumo di tali bevande per evitare di assumere troppi eccitanti. Questi, tendono ad accelerare un metabolismo un po’ pigro, le svegliano un po’, anche se nulla lo potrà far tornare ai fasti di un tempo, ma in tutti i casi è possibile ottenere dei buoni risultati.



Quale che sia la localizzazione della cellulite, questa va combattuta in tutti i casi al suo primo apparire. Le armi migliori sono quelle che agiscono dall’interno, per via metabolica diciamo così, per cui è bene fare molta attenzione all’alimentazione, la sola strategia in grado di garantire degli ottimi risultati.
Prima di parlare dell’alimentazione più idonea è bene ricordare che una delle prime mosse da fare per dare scacco alla cellulite è astenersi dal fumo, smettere di fumare ed evitare anche quello passivo, dannoso al pari del fumo diretto.

Bisogna poi fare molta attenzione alla dieta, in particolare è bene mangiare molta frutta e verdura, tutte quelle ricche di vitamina C, E e zinco.  Limitare il consumo dei carboidrati senza necessariamente eliminarli perché sono necessari  per l’organismo.

celluliteVanno quindi assunti solo al pasto principale, evitando di mangiare pasta o riso la sera, quando invece si dovrà consumare una cena leggera a base di una bella insalata mista che contenga quella colorata e anche a foglia verde. Uno yogurt, del formaggio magro o del pesce, preferibilmente alla griglia, il tutto condito esclusivamente con olio extra vergine di oliva, completeranno la cena.

Naturalmente da non dimenticare la frutta, altrettanto importante al pari della verdura fresca.

Infine, non bere eccessivamente , al massimo 1,5 – 2 litri di acqua al giorno, evitando ovviamente le bevande gassate e quelle zuccherate.
Completerà la lotta alla cellulite un po’ di attività fisica, sia quella aerobica che quella dedicata al consolidamento degli addominali, il tutto da fare con costanza tutti i giorni. Del resto, un po’ di sana attività fisica non ha mai fatto male a nessuno, anzi è vero il contrario.

Leggi anche

Seguici