Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Bambino di nove anni in ospedale per intossicazione da cannabis

marjuana fa male? bambino ricoverato per abuso? Poteva essere una tragedia.Il fatto è accaduto a Misilmeri

di Redazione

04 Luglio 2012





Sabato scorso, un bambino di soli nove anni di Misilmeri ha rischiato di morire per una grave intossicazione da cannabis.

Il piccolo è stato ricoverato d’urgenza presso l’ospedale di Palermo ed oggi sta meglio. Il direttore sanitario, Giorgio Trizzino ha illustrato le condizione del bambino affermando che è arrivato gravissimo ma  fra pochi giorni potrà tornare a casa.

Tutto è accaduto sabato, quando il bambino ha iniziato ad accusare nausea e mal di testa forte; la situazione è andata peggiorando fino a quando è stata chiamata un’ambulanza che lo ha portato all’ospedale di Palermo. Qui è arrivato quasi in coma, con sonnolenza e vomiti. I primi accertamenti medici hanno evidenziato il consumo di stupefacenti in dosi massicce che avrebbero potuto essere fatali per il suo giovane corpo. Il bambino, ricoverato presso il reparto di neuropsichiatria infantile aveva una grave intossicazione da cannabis. Le terapie disintossicanti stanno dando esiti positivi, infatti fra qualche giorno il piccolo paziente tornerà a casa.



E’ possibile che lo sfortunato bambino stesse fumando in compagnia di altri e che sia stato convinto a provare la droga senza riuscire a capire quali sarebbero potute essere le conseguenze. Si ipotizza che gli amici fossero più grandi e che abbiano invogliato l’amico a fumare uno spinello in loro compagnia. Le indagini dovranno spiegare come si è arrivati ad un fatto così grave e triste. All’ospedale si è recata anche un’assistente sociale che ha il compito di tracciare un profilo sull’ambiente sociale nel quale si è svolta questa tragedia. 

I carabinieri stanno indagando su quanto è accaduto e su come sia stato possibile che un ragazzino si sia intossicato con sostanze stupefacenti.

L’episodio mette in evidenza come il consumo di stupefacenti sia molto diffuso anche fra i giovanissimi che il più delle volte vanno incontro a gravi problemi di salute.

 

Leggi anche

Seguici