Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come proteggere i capelli dal sole

I capelli se esposti al sole senza protezione possono indebolirsi e anche cadere.

di Daniele Lisi

29 Giugno 2012





Cura capelliProteggere i capelli dal sole è una cosa che molte persone tralasciano di fare e, dal momento che è finalmente  arrivata l’estate, è necessario preoccuparsi della salute della propria capigliature. La pelle in genere si  protegge da sé con la melanina che è in sostanza una sorta di barriera naturale contro i raggi UVA e UVB, anche se è necessario accrescere tale protezione naturale con l’aiuto di creme con un grado di protezione elevato.
Il capello invece non possiede questo meccanismo autonomi di protezione e  gli aminoacidi che compongono la cheratina, potrebbero risentire degli effetti dell’esposizione ai raggi solari con conseguente opacizzazione e indebolimento del capello. Ma non solo, dal momento che questo può anche seccarsi e diventare più fragile con tutte le conseguenze che è possibile immaginare.

Quindi anche il capello va protetto, se vogliamo ancor più della pelle, proprio per compensare la mancanza di un sistema difensivo autonomo.
Innanzi  tutto il capello va protetto dall’esposizione alla luce solare con un cappello, un copricapo qualunque, in particolare se si passano molte ore sulla spiaggia o in luoghi particolarmente assolati. E’ bene sapere che come l’esposizione prolungata ai raggi del sole invecchia la palle, perché la rende più secca,  la stessa cosa avviene con i capelli che se perdono di elasticità diventando stopposi, possono indebolirsi e cadere abbondanti nei mesi successivi.

I capelli chiari sono più esposti ai danni provocati dal sole, per cui prima di andare al mere, o comunque nel periodo durante il quale è più facile che ci si esponga al sole, è meglio fare una colorazione più scura, che fungerà da protezione.
cappelloDopo una giornata trascorsa mare è necessario lavare accuratamente i capelli per liberarli da tutti i residui di sale, sabbia, sudore e quant’altro possa averli rovinati, utilizzando uno shampoo delicato e poi applicando anche un balsamo. Naturalmente in questo periodo è meglio bandire la piastra o qualunque altro attrezzo del genere utilizzato per l’acconciatura fai da te.



Se si fa il bagno in piscina, dove l’acqua è solitamente addizionata con cloro, bagnarsi prima i capelli con l’acqua normale, quella della doccia tanto per intenderci, dal momento che i capelli bagnati assorbono meno il cloro.
Durante il periodo estivo, mangiare molta frutta e verdura, fonte inesauribile o quasi di vitamina A e B, fondamentali per la buona salute del capello, oltre che per quella dell’organismo in generale.
Evitare di tenere i capelli raccolti e legati con un elastico o simili, perché potrebbero rovinarsi e, inoltre, variare sempre il punto di legatura, anche se si utilizza un altro accessorio alla bisogna, per evitare che un danno localizzato.
Fare attenzione a non utilizzare fermacapelli o fermagli di metallo perché se esposti a lungo ai raggi solari potrebbero surriscaldarsi e danneggiare i capelli. In casi estremi potrebbero produrre anche delle scottature.

Come si è detto prima, l’esposizione ai raggi solari indebolisce i capelli, per cui è importante non spazzolarli troppo energicamente, ma utilizzare un pettine a denti larghi in modo da evitare strappi che potrebbero produrre dei danni.
In linea di massima queste sono le raccomandazioni più importanti per cercare di difendere i capelli dall’aggressione dei raggi solari, tuttavia sono Capelli rovinati dal solesuggerimenti di buon senso, per cui è abbastanza facile seguirli senza incorrere i particolari fastidi.

Queste raccomandazioni valgono, non solo per le donne, ma anche per i maschietti e quelli che ritengono di essere al riparo dai danni causati dai raggi solari per il semplice fatto di non avere più i capelli, dovrebbero invece prestare maggiore attenzione. Infatti il cuoio capelluto è più delicato della pelle del viso, per cui è necessario proteggerlo adeguatamente con creme adatte,  perché non più protetto dalla fluente capigliatura di un tempo.

Leggi anche

Seguici