Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Depilazione in estate: rasoio, ceretta o crema depilatoria

Se durante l'inverno la depilazione è un optional, in etate invece è assolutamente necessaria.

di Daniele Lisi

23 Giugno 2012

depilazioneSe la depilazione in inverno è una pratica che si fa con poca costanza, d’estate diventa quasi una necessità imprescindibile, complici gli abiti corti, i top, il costume, insomma tutto ciò che potrebbe mettere in bella mostra  un prato mal curato. E allora, resta solo la scelta del sistema migliore, il più pratico, quello che potrebbe garantire una ricrescita più lenta perché, in tutti i casi, proprio come il prato, i peli ricrescono sempre.
In tuti i casi, quale che sia il metodo scelto, è meglio fare un trattamento pre-depilazione, in modo preparare la pelle  nel miglior modo possibile. Quindi, un bel bagno caldo e una applicazione di una crema pre-depilatoria  serviranno alla bisogna.

Il rasoio è una scelta per così dire d’emergenza, la classica ultima spiaggia se non si hanno a diposizione tempo o gli altri metodi descritti successivamente. Tuttavia, il rasoio è da preferirsi in tutti i casi per le zone particolarmente delicate, come le ascelle, che mal sopporterebbero lo strappo della ceretta. Utilizzare un rasoio ben pulito, e mi sembra una banalità, e quelli specifici per la depilazione, avendo cura di  preparare la zona da trattare con un buon lavaggio con acqua calda e poi con l’applicazione di uno strato bagno schiuma non superiore al centimetro. Procedere preferibilmente contropelo, avendo cura di mantenere la pelle ben tesa, in modo da eseguire un taglio più profondo. Si ricorda, in tutti i casi, che la depilazione con il rasoio  è meno efficace perché la ricrescita è in tutti i casi più rapida.

Crema depilatoriaCreme e saponi depilatori sono efficaci e assicurano una depilazione indolore, anche se la ricrescita sarà sempre rapida. Bisogna tuttavia a vere l’accortezza, soprattutto se si utilizza il prodotto per la prima volta, di fare una prova su di un piccolo lembo della zona da trattare in quanto essendo i prodotti a base di acido tioglicolico, potrebbe causare delle irritazioni alla pelle, oltre ad indebolire la cheratina presente nei peli. Il prodotto va applicato e poi tolto con la spatolina presente nella confezione, avendo cura poi di risciacquare bene la zona trattata per eliminare completamente il prodotto.

La ceretta, la più efficace e anche per questo quella maggiormente utilizzata per la depilazione, anche se quella che un po’ di dolore lo provoca. I risultati sono senz’altro buoni e avranno una durata tra le due e le quattro settimane, per cui è certamente il metodo da preferirsi in particolar modo in estate. La scelta da fare è se utilizzare la ceretta a caldo o quella a freddo. La prima, quella a caldo, è certamente più efficace della seconda perché il calore tende a dilatare i pori della pelle, per cui il risultato è decisamente migliore.
La seconda, quella a freddo, è più pratica e veloce, anche se meno performante, diciamo così, rispetto alla  sorella focosa. Si stende il prodotto con cura, si adagia la striscia sopra la cera ancora calda e, avendo cura di mantenere la pelle ben tesa, si do uno strappo deciso nel verso del contropelo, e il gioco è fatto, accompagnato dall’immancabile gridolino.

Vi è anche un’ulteriore metodo, l’epilatore elettrico, che funziona un po’ cerettacome il rasoio, solo che invece di tagliare il pelo, lo strappa. L’efficacia è grosso modo la stessa e la ricrescita leggermente più lenta, solo che si corre il rischio che alcuni peli possano ricrescere sotto pelle, in particolar modo nelle parti intime.
Quale che sia il metodo utilizzato, una volta terminata l’operazione, risciacquare le zone trattate utilizzando un sapone a ph neutro e idratare la pelle con un prodotto lenitivo. Se si è utilizzata la ceretta, è meglio semplicemente trattare la zona interessata con del semplice olio, soluzione più che efficace in tutti i casi.

Seguici