Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cosmetici testati su animali: dimostrazione choc a Roma

Organizzata a Roma una dimostrazione choc: una volontaria sperimenterà su di sè alcuni test a cui vengono sottoposti gli animali

di Raffaela

13 Giugno 2012





Una dimostrazione diretta, vera, cruda per attestare pubblicamente cosa vuol dire sperimentare prodotti cosmetici sugli animali. Tutto questo avverrà il 13 giugno alle 15.00 in un negozio di cosmetici sito in via del Gambero 25 (Roma). Ad organizzarla la catena di negozi 100% animal free, Lush Italia, e il movimento Occupy Green Hill che si batte per liberare gli ormai famosi beagle.

Una volontaria si sottoporrà ad alcuni esperimenti, gli stessi che avvengono sugli animali durante la messa a punto di un prodotto cosmetico. Si partirà dai test per verificare il livello di irritazione provocato dalla sostanza in esame: draize-eye tests e kin draize-test, che avvengono rispettivamente a livello oculare e cutaneo (cani e conigli sono i più utilizzati per questi test).

Poi si continua con la dimostrazione riguardante il test per verificare la Dose Letale 50. In laboratorio si effettua somministrando per via orale ad un gruppo di animali (della stessa specie) una dose crescente di sostanza, fino  a quando non si raggiunge la dose che causa la morte nel 50% del campione.



Sia i rappresentanti della Lush Italia che di Occupy Green Hill, spiegano i motivi che hanno portato ad organizzare questa dimostrazione. Denise Cumella, Country Manager di Lush Italia ha detto: “La performance contro la vivisezione fa parte della nostra campagna ‘Lotta Dura ai Test sugli animali’, lanciata il 24 aprile scorso con l’obiettivo di fare pressione affinché l’Europa faccia entrare in vigore entro il 2013 il divieto relativo al commercio di prodotti cosmetici testati su animali”.

Pier Carlo Paderno, portavoce di Occupy Green Hill ha dichiarato invece: “Serve a far capire che la nostra società non può più accettare simili torture su esseri senzienti che oggi sappiamo avere la nostra stessa capacità di soffrire, e la nostra stessa volontà di vivere”.

Tutto questo mentre in commissione politiche dell’Unione Europea in Senato arriva la norma con la quale si recepisce la direttiva europea che regolamenta l’uso di animali nelle sperimentazioni. Paliamo dell’articolo 14 con il quale si vieterebbe, fra le altre cose, l’allevamento con il fine ultimo della vivisezione.

Fonte foto: Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali).

Leggi anche

Seguici