Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Esami di maturità, consigli utili

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Si avvicina il periodo dei temuti esami di maturità. Il modo per affrontarli al meglio e superarli brillantemente c’è, ed è facile da seguire. E’ meglio studiare ogni giorno in maniera costante, anziché fare le notti sui libri bevendo litri di caffè. Il riposo è importantissimo per ...

di Redazione

05 Giugno 2012





Si avvicina il periodo dei temuti esami di maturità. Il modo per affrontarli al meglio e superarli brillantemente c’è, ed è facile da seguire.

E’ meglio studiare ogni giorno in maniera costante, anziché fare le notti sui libri bevendo litri di caffè. Il riposo è importantissimo per la mente e per mantenere la calma e la lucidità. Il giorno prima delle prove, rilassatevi facendo una passeggiata all’aria aperta e tralasciate i libri e gli appunti. Proprio questo piccolo periodo di stacco vi aiuterà a memorizzare meglio tutte le informazioni che avete appreso; il movimento e l’aria aperta vi renderanno più tranquilli e riuscirete a dormire meglio.

Ogni tanto, durante lo studio alzatevi e sgranchite le gambe; vi aiuterà a riprendere con più lena. E’ inutile abusare di bevande eccitanti e stimolanti per stare svegli, perché a lungo andare potreste essere un fascio di nervi.

Mangiate in modo equilibrato e sano. Anche se sentite un pugno nello stomaco, cercate di mangiare in maniera regolare.

Sostituite i cibi pre confezionati e ricchi di grassi con un frutto o con delle fette di pane spalmate di miele o marmellata. Le merendine troppo ricche o pietanze fritte possono portare la sonnolenza, inducendovi a bere troppo tè o caffè.

Il cervello per poter funzionare bene ha bisogno di vitamine come quella di frutta e verdura fresca e minerali come lo zinco. La verdura fresca non deve mai mancare; il suggerimento è quella di  alternare il più possibile variando tipologie e colori. Se la consumate cotta, è meglio prepararla in maniera leggera e con pochi grassi. Al vapore, sbollentata, in umido usando pentola antiaderenti e condendo a crudo con poco olio extra vergine di oliva.



A colazione si possono mangiare delle fette biscottate con miele o marmellata, del latte, un caffè oppure un frullato fresco. A metà mattina, per prevenire un calo di zucchero via libera a yogurt magri o frutta fresca. La pasta o il riso a pranzo, conditi in maniera leggera senza troppi grassi, perché c’è il rischio di venir sorpresi dalla sonnolenza pomeridiana. Un gelato alla frutta o una spremuta fresca, costituiscono un ottimo spuntino che aiuta a non arrivare troppo affamati a cena. Pesce, carne , verdure e latticini da alternare; i piatti proteici più sani come quelli cucinati al cartoccio, al ferri e comunque senza troppi condimenti.

Il pesce azzurro , sardine, tonno ma anche aringhe, è ricco di grassi omega 3 che sono necessari a mantenere in funzione il sistema neurologico e a controllare la quantità di colesterolo presente nel sangue.

I formaggi e il latte sono necessari anche per garantire un futuro sano alle ossa. In commercio si trovano diverse proposte, compresi prodotti a ridotto contenuto di lattosio e di grassi. Il latte si trova scremato, arricchito con fibre o calcio e si può alternare con quello di origine vegetale come il latte di soia o di riso.

I dolci, fanno bene perché gratificano e migliorano l’umore; sceglieteli il più possibile naturali, senza troppi conservanti, grassi e coloranti.

Leggi anche

Seguici