Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Terremoto, la mia casa è sicura? Come capirlo

Il terremoto dell'Emilia Romagna dimostra che esistono case che temono i sismi mentre altre certamente più sicure. La tua casa come è ? Ecco qualche elemento per una facile valutazione .

di Redazione

04 Giugno 2012





Le recenti scosse di terremoto, hanno riportato l’attenzione sulla necessità di vivere e lavorare in edifici sicuri, costruiti nel rispetto delle norme antisismiche.

Molte regioni italiane sono considerate a rischio sismico e allora è naturale domandarsi se la propria abitazione è davvero sicura.
Gli elementi da prendere in esame per fare una valutazione del genere sono molteplici e sono di competenza di professionisti esperti come tecnici ed ingegneri.
Questi professionisti sono in grado di stabilire, studiando il progetto e la costruzione, se è necessario intervenire con una messa in sicurezza.

Informiamoci se la nostra città di residenza si trova in una zona sismica e quale è il rischio di un terremoto.
Bisogna valutare alcuni punti critici come caminetti ma anche architravi; è necessario che questi elementi siano collegati al resto della casa e non costruiti separatamente. Infatti le costruzioni vengono danneggiate dai terremoti perché i collegamenti, per esempio tra i solai e le pareti, sono poco solidi. Molto soggetti ai crolli sono i palazzi costruiti su pilastri dove non è presente il piano terra.



In linea generale, è importante considerare l’anno di costruzione: più è lontano nel tempo più cresce il pericolo; le prime norme sull’edilizia antisismica in Italia sono del 1974. Le case edificate dopo il 2003 sono le più sicure perché hanno rispettato le norme antisismiche.
Altro punto dolente dell’edilizia sono le murature a sacco: il materiale di buona qualità è presente sulla facciata ma la parte interna contiene materiale di scarto. Le scosse sono in grado di far crollare costruzioni simili che potrebbero essere migliorate senza costi esagerati.

Altro problema sono i condomini dove sono stati innalzati piani superiori senza aver prima rinforzato la struttura.
Un altro elemento importante è quello che ci raccomanda, prima di installare i pannelli solari di fare delle verifiche per stabilire cosa possa accadere in caso di terremoto. Infatti i pannelli solari influiscono sulla stabilità degli edifici. La trista prova sta nel tragico crollo delle fabbriche dell’Emilia Romagna.

Leggi anche

Seguici