Questo sito contribuisce
all'audience di

 

L’aspirina previene i tumori della pelle?

Uno studio dimostra che la classe di farmaci di cui l'aspirina fa parte (FANS), può ridurre il rischio di sviluppare alcuni tumori della pelle

di Raffaela

30 Maggio 2012





Uno studio condotto dai ricercatori dell’Aarhus University Hospital (Danimarca) e pubblicato sulla rivista Cancer è giunto alla conclusione che assumere FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei), di cui l’aspirina è capostipite, riduce il rischio di sviluppare tumori della pelle.

In particolare, i ricercatori hanno posto la loro attenzione su tre tipologie di tumori: il carcinoma basocellulare, il carcinoma a cellule squamose e il melanoma maligno. Lo studio si è basato sull’incrocio di dati e cartelle cliniche di pazienti del nord della Danimarca.



Sono state valutate le cartelle relative all’intervallo di tempo fra il 1991 ed il 2009. Durante questi anni si sono registrati 1.974 casi di carcinoma a cellule squamose, 3.242 di melanoma maligno e 13.316 di carcinoma a cellule basali.

A questo punto gli studiosi hanno valutato i dati relativi alle prescrizioni destinate ai vari pazienti negli anni. Ne è emerso che coloro i quali avevano assunto FANS regolarmente, avevano un rischio minore di sviluppare i suddetti tumori, 13% in meno per il melanoma maligno, 15% per il carcinoma a cellule squamose.

La protezione nei confronti del cancro, aumentava assumendo i farmaci antinfiammatori per 7 anni o più. Nessun beneficio derivante dall’uso dei FANS è stato registrato per il carcinoma a cellule basali.

Insomma, una qualche forma di protezione c’è, ma questo non autorizza ad assumere in modo massiccio FANS. La ricerca è stata condotta dalla dottoressa Sigrún Alba Jóhannesdóttir.

Leggi anche

Seguici