Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Depilazione definitiva, costi e differenze

La depilazione definitiva serve ad eliminare i peli superflui in modo pressoché permanente. Tuttavia, il termine definitivo non e esattamente appropriato, in quanto questi trattamenti consentono di ottenere un più che significativo rallentamento della crescita dei peli che saranno più radi e fragili e dopo un certo numero di sedute ...

di Daniele Lisi

19 Maggio 2012

luce pulsataLa depilazione definitiva serve ad eliminare i peli superflui in modo pressoché permanente. Tuttavia, il termine definitivo non e esattamente appropriato, in quanto questi trattamenti consentono di ottenere un più che significativo rallentamento della crescita dei peli che saranno più radi e fragili e dopo un certo numero di sedute sarà possibile ridurre la normale ricrescita dei peli anche del 90%, di per se un buon risultato. Molto dipende dal metodo adottato, dal tipo di pelle e degli stessi peli. I metodi  per la depilazione definitiva, tanto per continuare ad usare questo termine, sono tre e precisamente la tecnica della luce pulsata, la tecnica di depilazione laser e l’elettrocoagulazione.
La tecnica della luce pulsata è, certamente, il metodo meno invasivo dei tre e consente di trattare contemporaneamente un discreto numero di bulbi piliferi, per cui risulta essere anche il metodo meno impegnativo dal punto di vista economico.

La tecnica a luce pulsata, come del resto anche la tecnologia laser, è indicata per soggetti con peli scuri su pelle chiara perché sia la luce che il laser colpiscono solo i peli ricchi di melanina in modo rapido e per lo più indolore. Si potrebbe solo avvertire una sorta di bruciore causata dal surriscaldamento del bulbo pilifero, ma si tratta di un bruciore relativo.
Con la tecnica della luce pulsata si utilizza uno strumento che emette un fascio luminoso, o meglio, un raggio di luce intenso che va a colpire il follicolo del pelo bruciandolo alla base con conseguente notevole rallentamento della ricrescita naturale del pelo. Per avere un effetto ancor più duraturo e quasi definitivo, sono necessarie più sedute del trattamento. laserQuesto si basa sul principio della foto termolisi selettiva, per cui ad essere colpiti sono solo i bulbi piliferi scuri, quelli con maggior quantità di melanina. Il trattamento, infatti, non funziona con peluria chiara e con pelle scura o abbronzata. Prima del trattamento è necessario radere la parte che si desidera trattare in modo che non siano presenti peli in superfice altrimenti il raggio di luce colpirebbe i peli senza danneggiare il bulbo pilifero, per cui il trattamento risulterebbe inefficace.

Il trattamento ha efficacia nella fase anagen, ovvero nella fase di crescita del pelo, per cui per essere certi di centrare il periodo giusto, è necessario ripetere il trattamento ad intervalli di 15 giorni.
Il trattamento con la luce pulsata non ha praticamente controindicazioni e nemmeno  effetti indesiderati fatta eccezione per occasionali arrossamenti della pelle durante il trattamento, arrossamento che sparisce nel giro di qualche ora.  Più rara è la comparsa di macchie scure o chiare che comunque sono transitorie scompaiono in poco tempo.
Il costo varia dall’estensione della zona trattata, dal numero di sedute e anche in base alla struttura presso la quale si effettua il trattamento, ma comunque in genere è quello meno caro, considerando che per un trattamento completo possono occorrere mediamente un paio di migliaia di €.

La depilazione laser viene effettuata con strumenti che emettono fasci di luce laser che penetrando in profondità, raggiungono il bulbo pilifero bruciandolo alla base,  il tutto senza ovviamente danneggiare l’epidermide. Il trattamento, che ha efficacia sempre durante la fase anagen di crescita, non ha controindicazioni e può essere utilizzato per tutte le parti del corpo senza problemi, fatta eccezione per  le sopracciglia, ma questo solo per la troppa vicinanza agli occhi. Il trattamento va evitato in gravidanza in quanto, essendo un trattamento relativamente recente, non esistono evidenze elettrocoagulazionescientifiche sufficienti che possono escludere complicazioni per il nascituro.

I costi sono più elevati rispetto al metodo precedente e molto dipende anche dalle tariffe applicate dal centro presso il quale si pratica il trattamento.
La termocoagulazione è il trattamento più costoso in assoluto, in quanto va praticato pelo per pelo, con l’introduzione di un ago particolare attraverso il canale pilifero fino al bulbo dove brucia la cellula del follicolo. Vista la complessità dell’operazione, in quanto, come già detto, va fatta singolarmente su ogni pelo, è in genere il meno praticato in  quanto  i costi sono decisamente elevati.

Seguici