Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Gonfiore addominale, cibi che eliminano l’acqua in eccesso

gonfiore addominale e ritenzione idrica? Un problema che può rendere la vita difficile, ecco qualche consiglio per risolvere la sensazione fastidiosa.

di Redazione

17 Maggio 2012





Sentirsi gonfie ed impacciate ed avere i pantaloni “che tirano” sono sensazioni fastidiose ed in vista dell’estate è meglio rimettersi in forma e avere un girovita snello e tonico. Cominciamo subito ad eliminare quel gonfiore addominale che  proprio non ci piace.

La ritenzione idrica è un problema che affligge tantissime donne e, se non è legata a particolari patologie, si può curare con uno stile di vita sano.
E’ importante ridurre l’uso del sale sulle pietanze ed evitare i cibi conservati, precotti; sono ricchi di sale anche il dado, le patatine e gli insaccati. Via libera a passati di verdure da condire con poco olio extra vergine crudo, cereali integrali, carni bianche e molto pesce.

Il sale è un ingrediente molto utilizzato dall’industria e spesso si nasconde anche in cibi che non immagineremmo mai; per questo è fondamentale leggere bene le etichette anche dei cereali che si usano al mattino, dei dolci e del pane.
Meglio cucinare verdura fresca e condire con il succo di limone, spezie e peperoncino in modo da ridurre il sale.



Per eliminare il gonfiore addominale beviamo tanta acqua naturale, in modo da favorire l’eliminazione delle tossine e dei liquidi in eccesso.
L’acqua si può integrare con bevande e tè, in particolare quello verde perché ricco di antiossidanti; non dolcifichiamo con lo zucchero, è meglio berle al naturale oppure con una punta di miele.

Per aiutare l’organismo ad eliminare i liquidi in eccesso miglioriamo la salute dell’intestino ed evitiamo la stitichezza; mangiamo yogurt bianchi e magri e introduciamo sempre frutta fresca e verdura di stagione, come i finocchi che sono ottimi per la loro azione depurante e contro il meteorismo. Per sgonfiare l’addome riduciamo il consumo di bibite gassate, di gomme da masticare e delle sigarette.

Iniziamo a praticare del movimento, preferibilmente aerobico, come la corsa ma va bene anche una camminata a passo svelto.
Un ulteriore aiuto per debellare la ritenzione idrica sono i massaggi linfodrenanti che favoriscono l’eliminazione dei liquidi e delle tossine. Per fare d voi, senza recarvi in centri benessere, ottime le creme anticellulite che aiutano a tonificare la pelle e a snellire i fianchi e l’addome. I prodotti vanno applicati con movimenti lenti e rotatori iniziando dalle caviglie per risalire lentamente fino alla pancia. Ricordiamoci però che bisogna essere costanti ed usarli per almeno due mesi, spalmandoli due volte al giorno.

Leggi anche

Seguici