Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Rapporto di coppia, qual’è l’orario ideale per farlo?

L'orario migliore per farlo è di primo mattino, tra le 7 e le 9, momento in cui il livello di testosterone è al massimo.

di Daniele Lisi

05 Maggio 2012





Orario giustoRapporto di coppia, qual è l’orario ideale per farlo? Su un fatto concordano tutti gli esperti ovvero che l’orario migliore è di primo mattino, tra le 7 e le 9, orario in cui il livello di testosterone maschile raggiunge il culmine così come raggiunge il punto più alto la fertilità femminile, sempre che, ovviamente, la donna si trovi nel periodo favorevole.
La sera invece si potrebbe dire che è il momento meno propizio, non tanto per  i livelli di testosterone che, scesi durante la giornata, la sera tendono nuovamente a salire, ma perché le fatiche di un giorno di lavoro trascorso tra traffico, impegni, stress e un po’ di attività fisica, per chi la pratica, tendono la sera a far calare il desiderio, a preferire il riposo e il sonno.

Tuttavia la maggior parte delle coppie stanno insieme la sera, ma le cose andrebbero molto meglio al mattino anche perché, di norma, è proprio in quel momento della giornata che la libido è più arzilla, si potrebbe dire. Ma a complicare le cose ci si mettono un sacco di problemi: preparare la colazione per i figli che devono andare a scuola, le corse che generalmente si fanno per organizzare al meglio  le attività casalinghe, soprattutto se a lavorare si è in due, insomma un sacco di piccoli impegni che sono di ostacolo al rapporto di coppia mattutino.
Il problema è che le normali attività quotidiane sono sempre pronte a mettere i bastoni tra le ruote di un buon rapporto di coppia. Se si pensa  a tutte le volte che non si è potuto fare perché, per esempio, nel momento dell’approccio è arrivato il figlio che, reduce da un brutto sogno, ha voluto infilarsi nel lettone tra mamma e papà, o il gatto di casa che all’improvviso è piombato sul letto, e così tanti altri piccoli imprevisti che possono disturbare sul più bello.



Orario giustoMotivo in più per prendere le cose quando arrivano e non rimandare mai, perché a volte la programmazione potrebbe non solo riservare delle brutte sorprese, ma incontrare degli intoppi che possono mandare  a pallino anche i più bei progetti.
Carpe diem, e in questo caso, carpe rapporto, perché il momento magico potrebbe anche non ripresentarsi  successivamente. Tutte le interruzioni possono spegnere la scintilla, possono far calare proprio tutto e questo, una volta sceso ai minimi termini, potrebbe anche non avere la forza o la voglia di rialzarsi.  Il rapporto di coppia va vissuto con spontaneità, semplicità, senza programmi, ma accettando sempre tutto di entrambi e senza fare una tragedia per eventuali intoppi o delusioni che potrebbero capitare, come del resto in ogni attività della vita.

Tuttavia, se si vuole sfruttare il miglior momento della giornata che, come abbiamo visto è di primo mattino, si potrebbe anche cercare di organizzarsi in modo da trovare il sistema migliore per centrare l’obiettivo. Quindi coricarsi un po’ prima la sera oppure organizzare, prima di coricarsi, le cose che si sarebbero dovute preparare al risveglio, tutti piccoli accorgimenti che potrebbero far si che ci si possa ritagliare il tempo necessario, di primo mattino, per  fare quello che la sera, stanchi, o non si è fatto o lo si è fatto con scarsa soddisfazione.

rapportoSolo per questo, contraddicendo quanto detto precedentemente,  la programmazione può essere una buona cosa. Ciò non toglie che possa sempre capitare l’imprevisto, come la sveglia che non suona, o una nottata agitata, o una telefonata indesiderata di primo mattino, e altro ancora.
Quindi, preferire il mattino alla sera perché è proprio la stanchezza di una giornata di lavoro una delle principali cause della mancanza o del diradamento dei rapporti  per colpa del calo del desiderio, sia nell’uomo che nella donna.

Leggi anche

Seguici