Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cannabis, in Toscana arriva l’ok per cure a base di droga

Toscana all’avanguardia o troppo ardita? Come sempre in Italia le polemiche non mancano fatto sta che la Regione, sempre all’avanguardia nel campo della Sanità, ha preso una decisione importante per i suoi malati. Anche la nostra Regione ha deciso di mettere in atto una delle terapie più comuni all’estero, ovvero usare ...

di Piera Scalise

28 Aprile 2012

Toscana all’avanguardia o troppo ardita? Come sempre in Italia le polemiche non mancano fatto sta che la Regione, sempre all’avanguardia nel campo della Sanità, ha preso una decisione importante per i suoi malati.

Anche la nostra Regione ha deciso di mettere in atto una delle terapie più comuni all’estero, ovvero usare la cannabis e i suoi derivati. Queste sostanze, sono usati in molti Paesi nella terapia del dolore o addirittura della nausea. Sembra, infatti, che le sostanze che si basano proprio sulla Cannabis o sulle sue infiorescenze, possano essere utili addirittura nella terapia in alcuni particolari casi di anoressia o per gli effetti collaterali della chemioterapia (negli Usa).

La Toscana ha deciso di tentare questa nuova via soprattutto per la terapia del dolore. Sarà giusto o sbagliato questo ora è quello che in tanti si chiedono. Questa terapia potrà creare dipendenza oppure no?

 

 

Seguici