Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Alcolismo: i segnali da individuare per aiutare chi è dipendente dall’alcol

Cresce l'emergenza alcolismo. Ecco i segnali che possono far comprendere chi ha necessità di essere aiutato

di Raffaela

13 Aprile 2012





Come capire se una persona a noi cara fa abuso di alcol? Vi sono dei campanelli d’allarme, dei segnali precisi che talvolta possono passare inosservati, ma che se individuati possono aprire la strada per un aiuto concreto.

Ad indicarli è l’esperta Mariagrazia Movalli, dottoressa responsabile del servizio alcol-dipendenza dell’Ospedale San Raffaele di Milano, intervistata da Vanity Fair.

Si stima che in Italia ci siano più di 8 milioni di persone a rischio nel consumo di bevande alcoliche. Una vera emergenza sociale, come sottolineato qualche tempo fa dall’Istat nel Rapporto sull’uso e abuso di alcol.

Vediamo insieme questi segnali.

Spesso l’alcol è un facilitatore sociale. Vi sono persone che vedono in qualche bicchierino in più un modo per essere più simpatici e fare amicizia più facilmente. In questo modo l’alcol diventa un fidato compagno quotidiano e si instaura una dipendenza inconsapevole.



Bere da soli è un importante segnale, soprattutto se lo si fa per colmare solitudine o tristezza. Diventa un problema serio, quando si preferisce una serata in casa da soli, in compagnia di una bottiglia, piuttosto che un’uscita con gli amici.

Importanti segnali sono poi le giustificazioni, scuse che una persona usa per bere un po’. Frasi come “bevo per dimenticare un litigio”, oppure “ho avuto una brutta giornata e allora bevo”.

Capita spesso di bere un po’ e comportarsi in modo strano, fare qualche brutta figura e rendersene conto da sobri il giorno dopo. Ecco che ci si vergogna per quelle azioni imbarazzanti. È un campanello d’allarme quando, nonostante questi sentimenti, la volta dopo si beve ubriacandosi nuovamente.

Vi sono poi circostanze in cui proprio non si dovrebbe bere troppo, a lavoro ad esempio oppure ad una cena con qualcuno. Ubriacarsi in queste situazioni presuppone una voglia d’alcol, una dipendenza divenuta non controllabile.

Veniamo poi ad un altro segnale importante: quando uscire diviene un pretesto per bere, più che per stare con gli amici. Non importa la compagnia, basta avere un bicchiere in mano.

Infine vi sono coloro che credono di reggere l’alcol più di chiunque altro. In realtà tollerare una maggiore concentrazione di alcol, implica già uno stato di dipendenza. Reggere qualche bicchierino in più non è, dunque, un’argomentazione valida per bere.

Individuare in tempo questi segnali è molto importante, in termini di prevenzione e di sostegno (morale e concreto) per i nostri cari e per noi stessi.

Leggi anche

Seguici