Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Quali sono i nemici del desiderio sessuale femminile?

Per la donna il calo del desiderio è più legato a diversi fattori di origine psicologica. L'insofferenza verso il partner o le troppe attenzioni per i figli le cause più frequenti.

di Daniele Lisi

07 Aprile 2012





Calo desiderioQuali sono i nemici del desiderio sessuale femminile? In questo caso il problema potremmo dire che è più semplice, anche se in effetti non è così. In primo luogo, una delle prime cause di questo calo del desiderio è l’inaridimento del rapporto che può avere a sua volta una serie innumerevoli di cause. Non bisogna pensare che questo sia la conseguenza di anni passati assieme, nei quali la noia ha preso il sopravvento sulla felicità e allegria. Il più delle volte il sentimento che gestisce questo rapporto tormentato è la rabbia, la frustrazione, il risentimento che si nutre nei confronti del partner che non ha saputo o potuto essere all’altezza delle aspettative della sua compagna. Una carezza non più data, una superficialità nel rapporto personale, il fatto di non essere presenti in casa o con i figli, e per presenza si intende non tanto la presenza fisica, ma la propria disponibilità a dare una mano, a risolvere i piccoli grandi problemi quotidiani che ogni famiglia vive, in un modo o nell’altro, che non aiuta in casa, sono tutte situazioni che a lungo andare generano una forma di insofferenza nei confronti del partner, insofferenza che si tramuta in calo del desiderio.

La vita scorre monotona, senza che l’uomo con il quale si condivide l’esistenza si ricordi più di essere quell’uomo che aveva fatto di tutto per conquistare la sua compagna. Anche lui, ormai, vive la vita tra lavoro, casa e televisione, senza più dedicare del tempo alla sua partner per una cenetta romantica, per una passeggiata in riva al mare, per una qualunque cosa che esca ormai dal solito tran tran quotidiano che sta uccidendo il rapporto di coppia.
a lettoQuesta condizione che si viene a creare con il tempo è senza dubbio una delle prime cause del calo del desiderio. Ma vi sono anche altre cause che possono essere altrettanto importanti come il fatto di essere troppo madre e poco moglie. Sono arrivati i figli e il tempo è dedicato tutto a loro. Praticamente si ribalta la situazione precedente, che vede appunto la donna quasi ignorare il suo compagno, perché tutta presa dalla cura dei figli e della casa, trascurando anche il suo aspetto fisico e non facendosi di fatto più desiderare.



Anche questa è una condizione che determina un inaridimento del rapporto, ma in questo caso non è la noia o la monotonia del rapporto, bensì il fatto di aver sostituito l’oggetto delle proprie attenzioni, o meglio, aver dedicato tutta se stessa ad altre cose, anche se si tratta dei figli, senza tuttavia lasciare nella propria mente e nel cuore lo spazio necessario al proprio compagno. Questi, infatti, non è più visto come tale, ma  piuttosto quasi come un ostacolo che si frappone tra se e i propri figli, per cui anche in questo caso cresce nei suoi confronti un sentimento di insofferenza che pian piano prende il posto dell’amore, della passione e, quindi, del desiderio.

Problemi di calo del desiderioBisogna tener presente che una vita sessuale soddisfacente si raggiunge quando è presente una condizione di calma emotiva che tutte queste condizioni non fanno altro che contrastare fortemente. Questo, ovviamente, è un discorso che vale per entrambi i partner, anche se la mancanza di serenità è più una condizione femminile, per tutti i motivi esposti in precedenza.
Saper trovare il giusto compromesso, il giusto equilibrio tra le cure da dedicare ai figli e le attenzioni da riservare al compagno della vita è una via obbligata per cercare di mantenere viva la scintilla del desiderio che le troppe distrazioni rischiano di spegnere definitivamente.
E’ ovvio che bisogna riservare delle attenzioni ai propri figli, ma altrettante vanno riservate, più che al partner, alla vita di coppia, che è il collante di tutta la famiglia.

Leggi anche

Seguici