Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Gravidanza a rischio, ecco le nuove normative per l’astensione dal lavoro

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Dal primo Aprile sono entrate in vigore le nuove normative che riguardano la gravidanza a rischio e la conseguente astensione dal lavoro. In effetti la normativa vigente è stata cambiata e adesso donne e medici dovranno stare attenti alle nuove procedure per le gravidanze a rischio e per ...

di Piera Scalise

03 Aprile 2012





Dal primo Aprile sono entrate in vigore le nuove normative che riguardano la gravidanza a rischio e la conseguente astensione dal lavoro. In effetti la normativa vigente è stata cambiata e adesso donne e medici dovranno stare attenti alle nuove procedure per le gravidanze a rischio e per la richiesta di astensione dal lavoro per gravi complicanze della gravidanza o di preesistenti forme morbose.



Secondo il nuovo decreto Semplificazioni prevede il trasferimento delle competenze dalla Direzione Provinciale del Lavoro alla proprio Asl di residenza e quindi le future mamme dovranno avvalersi proprio di queste ultime strutture. Questo significa che la domanda per l’astensione dal lavoro andrà rivolta direttamente all’ Asl di residenza, presso gli Uffici di Medicina di Base dei Distretti, con in allegato la relativa certificazione medica che deve essere rilasciata da un ginecologo del Servizio sanitario pubblico.

La domanda può essere presentata dalle lavoratrici madri sia che esse lavorino per privati o pubblici sia direttamente che da una persona delegata allegando la documentazione richiesta.

Leggi anche

Seguici