Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Trapianti: contro il rigetto ascoltare musica classica?

Si torna a parlare di musicoterapia, questa volta non per il suo potere antistress, ma perché pare possa essere d’aiuto nel ridurre il rischio di rigetto in seguito ad un trapianto d’organo. Lo dimostra una ricerca condotta presso la Teikyo University di Tokyo. Gli studiosi hanno effettuato dei test su delle ...

di Raffaela

24 Marzo 2012

Si torna a parlare di musicoterapia, questa volta non per il suo potere antistress, ma perché pare possa essere d’aiuto nel ridurre il rischio di rigetto in seguito ad un trapianto d’organo. Lo dimostra una ricerca condotta presso la Teikyo University di Tokyo.

Gli studiosi hanno effettuato dei test su delle cavie a cui è stato trapiantato il cuore. L’ascolto della musica classica si è dimostrato efficace nel ridurre il rigetto, esito che non si è verificato con altre tipologie di bravi come i new age.

Ciò che resta ancora poco chiaro è il meccanismo con cui la musica classica sia in grado di agire sul sistema immunitario dei trapiantati. Alcune ipotesi, parlano di un’azione esplicata sul sistema nervoso parasimpatico, (facente parte del sistema nervoso autonomo) le cui funzioni non sono controllate volontariamente.

Ora bisognerà continuare gli studi, per verificare se la musica classica possa esplicare tale effetto anche sull’essere umano. La ricerca è stata pubblicata sul Journal of Cardiothoracic Surger.

Seguici