Questo sito contribuisce
all'audience di

 

La depressione, sintomi e cure

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); La depressione,  una condizione che oggi è sempre più frequente  e che investe un crescente numero di soggetti. Le cause della depressione, quella che viene definita depressione maggiore, vanno ricercate per lo più nella perdita di una persona cara, il compagno/compagna della vita, l’insorgere di una ...

di Daniele Lisi

17 Febbraio 2012





depressioneLa depressione,  una condizione che oggi è sempre più frequente  e che investe un crescente numero di soggetti. Le cause della depressione, quella che viene definita depressione maggiore, vanno ricercate per lo più nella perdita di una persona cara, il compagno/compagna della vita, l’insorgere di una malattia grave o ancora il cambiamento del sistema nervoso che influiscono significativamente sull’umore di una persona. Ma a queste cause che potremmo definire tradizionali, si va ad aggiungere  oggi anche l’insicurezza per il domani, la perdita del lavoro o della casa, insomma tutte quelle cause che sono la diretta conseguenza della crisi economica attuale.

Un padre di famiglia che perde il lavoro e si trova nelle condizioni di poter anche perdere la casa, trovandosi nella impossibilità di poter provvedere alla sua famiglia, può cadere in una profonda depressione che rende ancor più drammatica la sua condizione, al pari di quella dei suoi familiari.
In effetti, la causa della depressione, è la preoccupazione per le conseguenze che un qualunque evento negativo di una certa serietà possa avere sulla propria esistenza e, in particolare, la paura di non avere una via d’uscita. Così come del resto succede quando si perde una persona particolarmente cara. La consapevolezza di aver perso per sempre quella persona che rappresentava una parte essenziale della propria esistenza, è per alcuni un peso troppo gravoso da sopportare, e quindi ecco che la depressione diventa una nuova e indesiderata compagna della vita.



depressioneMa come rendersi conto che ci si trova nella condizione di essere depressi piuttosto che semplicemente un po’ giù di corda. La  sintomatologia è abbastanza varia e complessa, e può anche essere sostanzialmente diversa da soggetto a soggetto, da situazione a situazione. Tuttavia, bisogna considerare di trovarsi in una condizione di depressione se  si vive una sensazione di vuoto interiore continuo, accompagnato da tristezza e ansia;  la stanchezza è sempre presente, tanto da rendere difficile e insopportabile qualunque attività, non necessariamente solo fisica;  si perde piacere ed interesse per le attività quotidiane, sesso compreso, che prima si svolgevano con attenzione e soddisfazione;  disturbi  legati al sonno, come ad esempio, difficoltà ad addormentarsi, risveglio la mattina molto presto e, al tempo stesso, desiderio continuo di dormire;  disordine alimentare che si esplicita di norma nella mancanza di appetito e più frequentemente nella necessità di mangiare praticamente di continuo, in particolare alimenti dolci; un pianto frequente ed eccessivo, ma anche il fatto di commuoversi  e quindi di non trattenere le lacrime per un nonnulla;  una condizione generale di malessere e disturbi che non scompaiono nemmeno dopo una cura adeguata;  una certa difficoltà di concentrazione anche nelle attività più frequenti e incapacità a prendere una decisione;  senso di colpa e, in particolar modo, la sensazione, o meglio, la certezza di essere inutili, di non avere un domani, in sostanza una sensazione di assoluta impotenza;  marcata irritabilità che porta ad essere insofferenti verso tutto e tutti; nei casi estremi anche pensieri suicidi.

In presenza di anche uno solo di questi sintomi che, in sostanza, sono la manifestazione di un marcato cambiamento della personalità, è necessario rivolgersi al medico, il quale è l’unico in grado di dare una mano a risolvere il problema.
La cura è essenzialmente psicologica, ma una depressione severa potrebbe richiedere anche l’utilizzo di farmaci antidepressivi. Tuttavia, già solo l’aiuto psicologico è in grado di  fare breccia nella depressione che, se affrontata con fermezza e pazienza, è  certamente risolvibile. Importanti sono i rapporti sociali, rapporti che con la depressione si  erano certamente allentati. E’ quindi necessario mettere il paziente in condizione di uomo e caneavvicinarsi nuovamente alle persone con le quali aveva rapporti in precedenza. Un amico, così come un  amico cane, sono spesso la migliore medicina per  uscire da una condizione psicologica spesso drammatica. Più che un amico, spesso può fare molto più un cane in quanto richiede un certo impegno da parte del padrone sia in termini di cure che di passeggiate quotidiane. E questa è indubbiamente la migliore medicina.

Leggi anche

Seguici