Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Parkinson, con il Tai Chi si può migliorare l’equilibrio

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  Si può migliorare l’equilibrio anche se si soffre di Parkinson? Ebbene sì. Secondo alcune indagini compiute negli Stati Uniti sembra proprio che i movimenti lenti e controllati del Tai possano essere un elemento di contrasto proprio per i disturbi dell’equilibrio delle persone che soffrono di lieve o ...

di Piera Scalise

10 Febbraio 2012





 Si può migliorare l’equilibrio anche se si soffre di Parkinson? Ebbene sì. Secondo alcune indagini compiute negli Stati Uniti sembra proprio che i movimenti lenti e controllati del Tai possano essere un elemento di contrasto proprio per i disturbi dell’equilibrio delle persone che soffrono di lieve o moderata malattia di Parkinson.



Secondo Li Fuzhong, docente del Research Institute Oregon di Eugene negli Usa, sembra che i miglioramenti ottenuti possano anche persistere per oltre tre mesi: ”Il Tai chi si adatta molto bene ad affrontare il problema del morbo di Parkinson”.

I risultati della ricerca, che sono stati pubblicati sul New England Journal of Medicine, evidenziano il fatto che il Tai Chi aiuti a migliorare la difficolta’ a muovere i piedi e a stare in piedi e potrebbe alleviare le difficolta’ e “rallentare la progressione della malattia e a diminuire l’incidenza delle cadute negli anziani”.

Leggi anche

Seguici