Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Pressione bassa o ipotensione, quale alimentazione seguire?

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); La pressione sanguigna è la forza con cui il sangue, pompato dal cuore, preme contro le pareti delle arterie. Quando si parla di pressione bassa o di ipotensione, dunque, ci si riferisce a quella pressione sanguigna arteriosa massima inferiore a 100 mmHg. Il significato è comunque più ampio, ...

di Daniela Bella

02 Febbraio 2012





La pressione sanguigna è la forza con cui il sangue, pompato dal cuore, preme contro le pareti delle arterie.

Quando si parla di pressione bassa o di ipotensione, dunque, ci si riferisce a quella pressione sanguigna arteriosa massima inferiore a 100 mmHg.

Il significato è comunque più ampio, infatti si definisce come ipoteso anche il soggetto con una circolazione sanguigna non sufficiente ai bisogni dell’organismo.

L’ipotensione o pressione bassa non è pericolosa come la ipertensione (pressione alta), ma può causare malessere e indisposizione nei soggetti colpiti.

Cosa fare, quindi, in caso di ipotensione? In primo luogo bisogna prestare molta attenzione alla propria alimentazione.

Anzitutto bisogna assumere molti sali minerali, come magnesio e potassio ad esempio, che, è risaputo, in caso di pressione bassa possono rivelarsi dei validissimi alleati.

Molto importante, poi, è l‘assunzione di liquidi. Bere molta acqua (almeno due litri al giorno), infatti, aiuta a mantenere stabili e nella norma i livelli della pressione.



Come è risaputo che i sali minerali, in caso di pressione bassa, possono essere dei validi alleati, al contrario è risaputo che il sale, in caso di pressione alta, va limitato quanto il più possibile. Per tal ragione, quindi, in caso di pressione bassa può anch’esso rivelarsi un importante alleato, quindi consigliamo di inserire nella propria dieta degli alimenti che lo contengano.

In particolar modo, poi, i soggetti che soffrono di ipotensione dovrebbero tenere i valori della pressione sempre sotto controllo, specialmente in estate e nei mesi caldi, periodi in cui dobbiamo stare più all’erta.

In questi periodi dell’anno, quindi, può essere utile assumere degli integratori salini, in ogni caso consultatevi prima con il vostro medico.

Durante i pasti, poi, dovete abbondare di frutta e verdura, ma anche molti carboidrati e proteine.

Anche il caffè e la cioccolata possono essere utili, ma dobbiamo sempre fare attenzione a non abusarne.

Segnaliamo anche la liquirizia, che può essere un buon alleato in caso di pressione bassa, poichè si tratta di un tonico che agisce come stimolatore della pressione sanguigna. Anche in questo caso, però, dobbiamo fare attenzione a non abusarne.

In ogni caso dovete sempre tenere a mente che la diagnosi ipotensione o di pressione bassa deve essere fatta da un medico, per cui non dovete mai soffermarvi sull’autodiagnosi.

Solo il medico, infatti, potrà dirvi quali possano essere le cause del problema, nel caso sussista davvero il problema, e potrà darvi qualche utile consiglio che fa al caso vostro.

Leggi anche

Seguici