Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Smettere di fumare fa ingrassare?

Smettere di fumare fa ingrassare? Ebbene si, fa ingrassare, ma questo non vuol  dire che si tratta di una conseguenza ineluttabile alla quale non è possibile porre rimedio. Le cause che determinano, o che potrebbero determinare un aumento ponderale, sono essenzialmente due: un aumento  significativo dell’appetito e, per alcuni soggetti, la ...

di Daniele Lisi

28 Gennaio 2012

no fumoSmettere di fumare fa ingrassare? Ebbene si, fa ingrassare, ma questo non vuol  dire che si tratta di una conseguenza ineluttabile alla quale non è possibile porre rimedio.
Le cause che determinano, o che potrebbero determinare un aumento ponderale, sono essenzialmente due: un aumento  significativo dell’appetito e, per alcuni soggetti, la necessità di sostituire la sigaretta con qualcosa da tenere comunque in bocca. Ecco quindi che caramelle varie, con o senza zucchero, cominceranno ad essere le compagne di viaggio degli ex fumatori, se proprio non di tutti, di una certa parte di essi.

Fumare, come tutti ormai dovrebbero sapere, oltre ad essere una dipendenza più psicologica che fisica, è anche un rituale. Per cui, spesso  si accende la sigaretta in alcuni momenti della giornata, a prescindere se si abbia voglia di fumare o meno, ma semplicemente perché si tratta di una azione che è collegata ad un’altra. Un po’ come la sigaretta dopo il caffè, che in fondo non è altro che un rituale più che una effettiva necessità, o quando si crede di avere bisogno di una concentrazione ulteriore, anche se poi in effetti la concentrazione sparisce nel giro di qualche secondo o, ancora,  quando in una discussione si cerca di prendere tempo per riordinare le idee o per cercare la risposta adatta da dare al proprio interlocutore. Ecco, tutte queste accensioni rituali, vengono in un certo senso sostituite dallo scartare e masticare la gomma o la caramella, con tutte le conseguenze legate all’aumento di peso che una tale azione comporta.

bilanciaSi potrebbe dire, senza tema di smentita, che è più facile in un certo senso controllare la propria dieta alimentare, piuttosto che sradicare questi rituali.
L’appetito che il fumo aveva ben tenuto a bada, visto che uno dei suoi principali effetti negativi è appunto l’inappetenza,  prende prepotentemente il sopravvento ed ecco che, alcuni soggetti che non fanno una dieta sana ed equilibrata, potrebbero cogliere al volo l’occasione per cominciare a metter su qualche chilo. Fin quando si tratta di qualche chilo, passi, ma il problema comincia  a diventare severo se, giorno dopo giorno, il proprio peso forma comincia da andare fuori controllo.

E allora, è necessario che si prenda in seria considerazione l’opportunità di regolare la propria alimentazione, senza stravolgimenti e senza grossi sacrifici, ma semplicemente mangiando le cose giuste, nelle giuste quantità, senza mai esagerare in un senso o nell’altro.
Parlare per l’ennesima volta della dieta mediterranea  potrebbe sembrare ricorrere alla solita litania e dire sempre le solite cose, ma del resto è necessario. La dieta mediterranea è la nostra dieta, quella che i nostri genitori o i nostri nonni, a seconda dell’età di chi legge, hanno fatto inconsapevolmente   per tantissimi anni e così i loro nonni prima di loro. Del resto, anche solo guardando qualche vecchio album di famiglia, è possibile constatare che i soggetti in sovrappeso a quell’epoca non erano tanti quanti  ce ne sono adesso, e questo non è imputabile al fatto che allora le risorse economiche non erano quelle di adesso, bensì al fatto che si consumavano principalmente i prodotti della terra, quello che la natura e la campagna elargiva a piene mani, e la cosa più grassa che si poteva mangiare era qualche insaccato e lo strutto che allora era diffuso come condimento. dieta mediterraneaOggi, invece, le cose sono, potremmo dire, peggiorate dal punto di vista alimentare.

Un soggetto che smette di fumare e che quindi sente sempre più spesso lo stomaco brontolare per la fame, certamente non mangerà una mela o una pera, bensì qualche snack poco raccomandabile che, oltre ad essere poco saziante proprio per invitare il consumatore a  mangiarne ancora, è particolarmente ricco di calorie e grassi saturi, un vero attentato per la salute e per il giro vita.
Si, alla luce di quanto detto smettere di fumare fa ingrassare, ma con un po’ di attenzione e buon senso, è un problema che si può facilmente evitare.

Seguici