Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Analisi delle urine: presenza di nitriti, cosa fare?

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); I nitriti sono sostanze contenute in molti alimenti e vengono dunque eliminate con le urine. Non bisogna perciò allarmarsi se piccole quantità di nitriti vengono a trovarsi nelle urine. Il problema può insorgere qualora la quantità urinaria delle suddette sostanze è più elevata. Infatti, in questo caso, ...

di Raffaela

20 Gennaio 2012





I nitriti sono sostanze contenute in molti alimenti e vengono dunque eliminate con le urine. Non bisogna perciò allarmarsi se piccole quantità di nitriti vengono a trovarsi nelle urine. Il problema può insorgere qualora la quantità urinaria delle suddette sostanze è più elevata.

Infatti, in questo caso, potremmo essere in presenza di un’infezione urinaria in quanto alcuni batteri hanno la capacità di metabolizzare i nitrati in nitriti. Bisogna dunque eseguire il test dei nitriti nelle urine la mattina, così che sia passato tempo a sufficienza dall’ultimo pasto ed i batteri abbiano potuto trasformare i nitrati in nitriti.



Solitamente un’infezione urinaria è segnalata anche dalla presenza urinaria di leucociti, cellule di difesa del nostro organismo. Una volta appurata la probabilità di un’infezione è consigliato eseguire un’urinocultura un esame microbiologico che permetterà di capire quale specie batterica è responsabile dell’infezione.

Successivamente verrà fatto un antibiogramma così da individuare l’antibiotico più adatto a combattere il microrganismo. È necessario rivolgersi ad un medico, che saprà consigliare e seguire il paziente nelle diverse fasi che porteranno alla scelta della migliore terapia.

Si sottolinea che sono diversi i sintomi che fanno presagire un’infezione urinaria: ripetuto stimolo ad urinare, sensazione di non avere svuotato del tutto  la vescica, dolore o fastidio durante la minzione, urine torbide, dolori nella parte bassa dell’addome.

Leggi anche

Seguici