Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cosa non mangiare in gravidanza

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); E’ importante sapere cosa non mangiare in gravidanza, per evitare di incorrere in errori che potrebbero, nella migliore delle ipotesi, dare dei piccoli problemi che in una condizione già di per se così delicata potrebbero essere difficili da gestire.  L’altro aspetto importante dell’alimentazione durante il periodo ...

di Daniele Lisi

17 Gennaio 2012





mammaE’ importante sapere cosa non mangiare in gravidanza, per evitare di incorrere in errori che potrebbero, nella migliore delle ipotesi, dare dei piccoli problemi che in una condizione già di per se così delicata potrebbero essere difficili da gestire.  L’altro aspetto importante dell’alimentazione durante il periodo di gestazione è che bisogna considerare che, in fondo, il feto mangia praticamente quello che  mangia la sua mamma, e quindi una certa prudenza è senza dubbio necessaria.
Quindi, ovviamente, durante il periodo di gravidanza bisogna mettere al primo posto il benessere di chi si porta in grembo, bimbo che potrebbe essere esposto a mille pericoli, in particolar modo a causa di un regime alimentare scorretto.

I rischi più seri ai quali può andare incontro il bambino sono la toxoplasmosi , la salmonellosi e la listeria. Si tratta di infezioni batteriche che si contraggono in primo luogo per via alimentare, oltre che a causa di una igiene personale approssimativa.
Quindi, la prima cosa da evitare in assoluto, sono gli insaccati e le carni crude o poco cotte. Il toxoplasma è un batterio molto pericoloso per il feto e, spesso, non basta la sola precauzione di stare alla larga dai gatti per i primi mesi della gravidanza, per mettere il bambino al riparo dai pericoli. Uno dei principali veicoli di contagio è la carne, dal momento che il batterio è presente, appunto,  nel bestiame da allevamento, per cui è necessario essere molto prudenti ed attenti. Questo non significa che la carne debba essere bandita, visto che è sufficiente consumarla ben cotta per allontanare il pericolo.



insaccati

Gli insaccati vanno del tutto avitati

Stessa cosa, ovviamente, per il carpaccio sia di carne che di pesce che, per il periodo di gravidanza, deve essere del tutto bandito. Chi ama il sushi dovrà farne a meno per nove mesi, e certamente non sarà un grande sacrificio.
I molluschi crudi vanno banditi, cosa che dovrebbe essere fatta sempre, a prescindere dalla gravidanza, ma in questo particolare periodo sarebbe opportuno evitarli anche se cotti.
Il pesce azzurro, un alimento che sicuramente fa bene perché ricco di omega-3, si può mangiare purchè ben cotto, fatta eccezione per il pescato di grandi dimensioni, come il pesce spada, il tonno, la spigola e altri ancora, perché potrebbero essere contaminati dal mercurio, metallo che potrebbe mettere in serio  pericolo lo sviluppo cerebrale del feto.

Le uova crude, al pari della carne, vanno bandite per il periodo di gravidanza, perché  sono uno dei vettori preferiti da alcuni batteri molto pericolosi per il nascituro. Quindi, oltre alle uova, vanno evitati anche tutti gli alimenti nella cui preparazione vengono usate le uova crude, come ad esempio la maionese fatta  in casa, e altro ancora.
Il formaggio molle, se non stagionato, quindi quello fresco come, ad esempio, il Camembert, va evitato, o meglio ancora, bandito, sempre per il solito motivo che potrebbe essere fonte di infezione batterica molto pericolosa.
La frutta e la verdura vanno lavate molto accuratamente, possibilmente con un disinfettante alimentare, in quanto anche per questi  alimenti esiste il pericolo di contaminazione batterica. In particolare, è del tutto sconsigliabile mangiare la verdura cruda se si va a mangiare fuori, perché non si può sapere come è stata lavata e sussiste ben più di qualche dubbio che questa operazione venga fatta  un po’ superficialmente, diciamo così.

camembert

I formaggi freschi, come il Camembert, andrebbero avitati

Le bevande alcoliche, anche le più blande, vanno assolutamente evitate nel periodo di gravidanza perché, e sarebbe superfluo ricordarlo,  l’alcol arriva nel sangue molto rapidamente e con altrettanta rapidità viene assunto anche dal feto, cosa che va assolutamente evitata.
Per quanto riguarda la caffeina, vere e proprie controindicazioni non esistono, tuttavia sarebbe opportuno evitare di bere qualche caffè di troppo in questo periodo.
Naturalmente, per concludere, si ricorda che il fumo, anche se poco a ha che vedere con l’alimentazione, va bandito in modo assoluto, perché è in grado da fare dei danni veramente seri.

Leggi anche

Seguici