Questo sito contribuisce
all'audience di

 

L’inquinamento ambientale

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); L’inquinamento ambientale è un problema che interessa un po’ tutto il globo. Nessun area geografica può considerarsi immune dai danni provocati dall’inquinamento e, nella fattispecie, dal riscaldamento globale. Paesi dove l’inquinamento è a livelli più che contenuti risentono allo stesso modo dei danni causati dai cambiamenti climatici ...

di Daniele Lisi

30 Dicembre 2011





inquinamentoL’inquinamento ambientale è un problema che interessa un po’ tutto il globo. Nessun area geografica può considerarsi immune dai danni provocati dall’inquinamento e, nella fattispecie, dal riscaldamento globale.
Paesi dove l’inquinamento è a livelli più che contenuti risentono allo stesso modo dei danni causati dai cambiamenti climatici i cui effetti, ormai, sono sotto gli occhi di tutti.
I recenti eventi alluvionali che si sono verificati in Liguria, Toscana e Sicilia, senza contare quanto avvenuto recentemente in Thailandia, ma l’elenco potrebbe essere praticamente infinito, sono  la dimostrazione di quanto l’uomo abbia inciso e stia ancora incidendo pesantemente sull’ecosistema.
Naturalmente quando si parla di inquinamento, oltre che ai cataclismi naturali, il primo pensiero corre anche agli effetti negativi che può a vere per la salute.

Recentemente il Prof. Veronesi ha affermato che l’inquinamento ambientale, rispetto ai danni alla salute,  è responsabile solo per il 5%, ma questa affermazione non trova d’accordo i tanti ambientalisti che sono convinti che gli effetti negativi dell’inquinamento sulla salute siano molto più seri.
Spesso, purtroppo, l’ambientalismo è parente dell’integralismo, ma questo non vuol dire che  rispettare l’ambiente sia una cosa da non prendere nella giusta considerazione.
Quello che maggiormente incide sulla salute è lo stile di vita, e per tale si intendono i comportamenti, le abitudini e la dieta alimentare.

discaricaTra i comportamenti, il fumo in senso assoluto, è uno dei peggiori nemici dell’uomo e, paradossalmente, molti ambientalisti sono fumatori accaniti, e questo mal si coniuga con il concetto di inquinamento, visto che anche quel fumo è inquinante. Ma come, si potrebbe obiettare, che peso potrà mai avere il fumo di una sigaretta sull’inquinamento, ma se poi lo si moltiplica per alcuni miliardi di sigarette, il peso potrebbe essere ben diverso.
Ma a parte questo, che l’inquinamento sia un danno per il pianeta è un fatto certo, così come potrebbe essere anche per la salute. Basti pensare, ad esempio, all’inquinamento da mercurio che alla fine lo si ritrova nella catena alimentare e, quindi , sulle nostre tavole.



Una soluzione globale non può prescindere, comunque, anche dalla sostenibilità economica di qualunque provvedimento si dovesse adottare. Ma sarà necessario mettere sul piatto della bilancia anche gli ingenti danni economici, e non solo, causati, per esempio, dalle recenti alluvioni prima citate che comunque rappresentano un costo, sia in vite umane, che in soldoni, che alla fine saranno i governi e quindi le finanze pubbliche a dove sopportare.
E’ necessario che tutti facciano la propria parte, a cominciare dai tanti piccoli comportamenti quotidiani che, presi singolarmente, potrebbero avere un peso insignificante, ma  se  adottati da milioni di persone in tutto il mondo, potrebbero avere un impatto positivo sull’inquinamento.

Usare l’automobile il meno possibile, soprattutto nei grandi centri urbani, che bene o male sono serviti dal trasporto pubblico, avrebbe anche un benefico effetto immediato sulla salute di ciascuno in quanto, come ben si sa, una certa attività fisica aiuta a combattere un gran numero di patologie anche gravi.
Abbassare di qualche grado il riscaldamento domestico, non costringerebbe a nessun grosso sacrificio, ma aiuterebbe ad abbattere l’emissione di quelle famigerate polveri sottili che tanti danni fanno all’apparato respiratorio.

alluvioneSi potrebbe continuare  così all’infinito, ma basterebbe considerare il problema con un po’ di buon senso per individuare da soli quali provvedimenti adottare, ciascuno nel suo piccolo.
Cominciare a considerare il verde pubblico un bene fondamentale per tutti. Un parco cittadino, anche se piccolo, è in grado di produrre migliaia di litri di aria buona e, al contempo, di eliminare una discreta quantità di anidride carbonica.
La natura è in grado di darci una mano in tante occasioni, basti pensare alle tante virtù di frutti grandi e piccoli, delle verdure in genere, dei prodotti della terra nel complesso, ma allo stesso tempo è in grado di  presentarci un conto salatissimo se non le portiamo rispetto.

Leggi anche

Seguici