Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Stupefacenti: individuate nuove tipologie di droghe sintetiche chiamate catinoni sintetici

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Il problema degli stupefacenti e della loro assunzione è sempre più che mai attuale. Sul mercato oggigiorno si trovano quantità e varietà di droghe sintetiche che spesso sfuggono al controllo degli organi preposti. Di qualche giorno fa è la notizia dell’individuazione di nuove droghe sintetiche. Nel corso ...

di Redazione

22 Dicembre 2011





Stupefacenti: individuate nuove tipologie di droghe sintetiche chiamate catinoni sinteticiIl problema degli stupefacenti e della loro assunzione è sempre più che mai attuale. Sul mercato oggigiorno si trovano quantità e varietà di droghe sintetiche che spesso sfuggono al controllo degli organi preposti. Di qualche giorno fa è la notizia dell’individuazione di nuove droghe sintetiche.

Nel corso di analisi condotte presso il Laboratorio chimico dell’Agenzia delle Dogane di Milano sono stati individuati i catinoni sintetici Pentedrone HCl, Metilone HCl, Mefedrone HCl e 4-MEC HCl.

I catinoni sintetici sono sostanze stupefacenti ottenute in laboratorio, la cui diffusione è in continuo aumento; la loro esatta identificazione mediante analisi chimica costituisce un importantissimo passo in avanti, sia per il contrasto alla diffusione di tali prodotti, sia per accelerarne l’inserimento nella Tabella I del D.P.R. 309/90. I reperti, sequestrati nella città di Milano, erano costituiti da 2 bottiglie a chiusura ermetica e da 5 bustine di plastica trasparente sigillate. Il liquido trasparente, incolore e inodore, rinvenuto nelle bottiglie, è risultato essere g-butirrolattone (GBL) con purezza superiore al 99,0%, mentre la presenza dei catinoni sintetici è stata rivelata sui 5 campioni di polvere mediante opportune analisi chimiche strumentali supportate da una ricerca nella letteratura scientifica.



La Direzione Centrale per l’Analisi Merceologica e per lo Sviluppo dei Laboratori Chimici ha segnalato il risultato ottenuto al Sistema Nazionale di Allerta Precoce e Risposta Rapida per le Droghe, il National Early Warning System (N.E.W.S.), per la diffusione di livelli di attenzione e allerta sul territorio nazionale. La notizia è stata pubblicata sulla Informativa realizzata a cura del Dipartimento Politiche Antidroga presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri; in essa viene citata anche la precedente segnalazione di un prodotto, analizzato presso il Laboratorio chimico di Roma, etichettato come “sale da bagno” e contenente invece pentedrone, pirovalerone e dipipanone.

Si rivolge un appello ai genitori con figli non solo minorenni affinchè vigilino e monitorino l’attività dei propri ragazzi, data la facile reperibilità di queste nuove droghe a basso costo, perché anche in questo campo l’educazione risulta essere un fattore fondamentale per lo sviluppo psico sociale della generazione dei giovani.

Leggi anche

Seguici