Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Il metabolismo

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Il metabolismo segue regolarmente l’andamento dell’età, ovvero, col passare degli anni rallenta inevitabilmente, e non c’è sostanza o pozione magica che possa farlo tronare agli antichi splendori. Questa fase discendente comincia  fin dalla giovane età, e più precisamente già a partire dai 20-30 anni, anche se poi ...

di Daniele Lisi

14 Dicembre 2011





metabolismoIl metabolismo segue regolarmente l’andamento dell’età, ovvero, col passare degli anni rallenta inevitabilmente, e non c’è sostanza o pozione magica che possa farlo tronare agli antichi splendori.
Questa fase discendente comincia  fin dalla giovane età, e più precisamente già a partire dai 20-30 anni, anche se poi il rallentamento più evidente ha inizio intorno ai 35 anni.
Praticamente, ogni 5 anni, il metabolismo rallenta del 5%, il che vuol dire che, col passare del tempo, la parabola discendente sarà sempre più accentuata. Questa  condizione si ripercuote, in particolar modo, sull’incremento di peso corporeo, dal momento che se un cinquantenne continua a mangiare come un trentenne, cosa poco probabile a dire il vero,  consumerà il 20% in meno di calorie che andranno inevitabilmente a far aumentare il peso corporeo.

Come detto in precedenza, non c’è pozione miracolosa che possa invertire o arrestare questa naturale tendenza, per cui chi ritiene di poter tornare a comportarsi a tavola come faceva in gioventù ricorrendo a pillole, è decisamente fuori strada e, anzi, corre il serio rischio di ottenere più danni che benefici.
sonnoE allora si va a caccia di trucchi e mezzucci per cercare di innalzare nuovamente il proprio metabolismo per portarlo ai livelli di un tempo o, in alternativa, a non farlo scendere ulteriormente, e quindi si sfogliano riviste, si cerca su internet, si parla con gli amici al bar o con le amiche da parrucchiere,  ma alla fine sarà come rincorrere una chimera che non si riuscirà mai a raggiungere. Si, qualche piccolo trucco potrà portare dei benefici, ma sempre molto relativi e certamente  l’aumento, momentaneo o permanente che sia, del proprio metabolismo, non  potrà mai essere commisurato a quanto si è perso.



Il solo vero modo per cercare, quindi, di non mettere su chili e di ingannare in un certo senso il proprio metabolismo, è quello di adeguarsi alla nuova condizione e quindi, mettersi il cuore in pace, e ridurre significativamente l’assunzione di calorie. Del resto, vi sono piatti e pietanze poco caloriche che sono altrettanto saporite dei manicaretti che si mangiavano in gioventù.
Tuttavia, alcune strade sono in grado di assicurare qualche piccolo miglioramento e tra queste, per esempio una è anche poco impegnativa visto che si tratta del buon sonno. Una buona qualità del sonno è in grado di far innalzare un po’ il metabolismo, ma sempre e soltanto un po’, niente di particolarmente significativo, mentre una  cattiva qualità del sonno ha l’effetto diametralmente opposto.

Un altro aiuto può venire dalla caffeina, non solo caffè, ma anche e in particolare quello verde, per cui bevendo tè  verde soprattutto nella stagione calda, si potrebbe ottenere un innalzamento del metabolismo, che non sarà mai pari a quello che si è perduto.  Il fatto è, però, che con l’andar del tempo, l’organismo si assuefà alla caffeina, e i benefici scemeranno lentamente.
E allora, come fare a rimettere  le cose a posto come una volta? Niente, non c’è praticamente nulla da fare e bisogna farsene una ragione. Il metabolismo di ciascuno sarà ineluttabilmente commisurato all’età, e il solo modo per cercare di evitare di andare incontro a quell’aumento ponderale che tanti piccoli problemi può portare con se, è quello di adeguarsi alla nuova condizione, condizione che muterà sempre con l’ulteriore passare del tempo.

te verdeE’ di fatto una rincorsa senza fine, ma che dico rincorsa visto che non c’è fretta, è un adeguamento continuo, è uno stare sempre attenti al proprio peso e ai tanti segnali che il proprio organismo lancia nei momenti di difficoltà.
Del resto, se si vuole vivere bene anche col passare del tempo, è necessario fare qualche piccolo sacrificio, che però ci ripagherà abbondantemente con una buona salute e una altrettanto buona qualità della vita.
Mangiare come in gioventù, non sarà più possibile, e del resto non è affatto una esigenza, anzi, è vero il contrario.

Leggi anche

Seguici