Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Bambini: aumentano i disturbi agli occhi per colpa dell’inquinamento

Che lo smog e l’inquinamento facciano male lo sappiamo bene, poichè sono spesso causa di forme allergiche, asma, difficoltà respiratorie, ma a quanto pare a soffrirne molto sono anche i più piccoli, che rischiano di avere dei problemi agli occhi. A dimostrarlo è stato uno studio condotto da Paolo Nucci, rinomato ...

di Daniela Bella

07 Novembre 2011

Che lo smog e l’inquinamento facciano male lo sappiamo bene, poichè sono spesso causa di forme allergiche, asma, difficoltà respiratorie, ma a quanto pare a soffrirne molto sono anche i più piccoli, che rischiano di avere dei problemi agli occhi.

A dimostrarlo è stato uno studio condotto da Paolo Nucci, rinomato oculista pediatrico e primario dell’ospedale San Giuseppe di Milano, attualmente in fase di pubblicazione sul “British Journal“.

Lo studio in questione è stato condotto su un campione di 120 bimbi tra 1 e 12 anni, in un periodo di 18 mesi, da Settembre 2009 a Febbraio 2011.

Ebbene, quello che è emerso è che il 42% dei piccoli pazienti soffre di rossore e prurito, ammiccamento, dolori, lacrimazione e secrezione oculari, e tutto questo è dovuto appunto all’ inquinamento.

Il dottor Nucci ha spiegato che l’ obiettivo è descrivere una nuova entità clinica, definita Urban Eye Allergy (allergia dell’ occhio urbanizzato), in seguito all’ evidenza che un certo numero di pazienti presentano sintomi di irritazione congiuntivale non direttamente causati da agenti allergici, infettivi o dalla secchezza oculare.

Insomma, si tratta di un nuovo tipo di congiuntivite del tutto riconducibile all’alto tasso di smog e di inquinamento nelle aree urbane.

Proprio per questo motivo, quindi, è importante tenere sotto controllo la vista dei bambini seguendo piccoli accorgimenti ed effettuando visite periodiche da un buon oculista.

 

Seguici