Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Spazzolino da denti: come sceglierlo e come usarlo nel modo giusto

I dentisti sono concordi sul fatto che lavare bene i denti è un atto di prevenzione: lo spazzolino da denti deve ben rimuovere la placca e i residui di cibo. Utilizzato con efficacia è presidio di salute orale.

di Federica Federico

25 Ottobre 2018



Lo spazzolino da denti è uno strumento per l’igiene orale, per quanto di uso comune, esso è un presidio medico il cui scopo è quello di rimuovere la placca e stimolare le gengive per prevenire carie e malattie gengivali (compresa la parodontite).

 
spazzolino da denti elettrico o manuale

E’ importante scegliere bene lo spazzolino da denti, ma è fondamentale usarlo nel modo corretto ovvero lavarsi i denti con efficacia.

 

Tutti i dentisti sono concordi nel dire che l’origine prima delle patologie dentali  è sempre l’insorgenza della placca. In questo breve scritto divulgativo, TuttaSalute si propone di offrire al lettore sufficienti spunti per comprendere quale tipo di spazzolino da denti, elettrico o manuale, possa funzionare meglio per le sue specifiche esigenze.

 

Spazzolino da denti: manuale o elettrico, quale scegliere e perché.

 

Esistono due grandi famiglie di spazzolini da denti: la manuale o l’elettrica. Lo spazzolino manuale
è il modello più comune e, senza dubbio, più economico. Gli spazzolini di “alta qualità” possiedono, sempre o quasi sempre, setole più morbide all’estremità, testa arrotondata, con un manico ergonomico che consente una guida più sicura e maneggevole.

 

Spazzolino da denti e manico ergonomico, quanto contano manico e testina.


 

Questi particolari non sono dettagli, è importante che il manico garantisca la buona gestione dello strumento e che la testina sia dimensionata rispetto al cavo orale. Ciò vale se si voglia garantire una igiene completa alla bocca, vi basti pensare che alcune aree dell’arco dentale sono raggiungibili solo dalla testa dello spazzolino.

 

La prima caratteristica importante dello spazzolino da denti riguarda le setole, esse possono avere consistenze variabili che incidono sull’azione esercitata su denti e gengive. Le più comuni setole degli spazzolini sono realizzati con fibre sintetiche, anche se quelle in fibre naturali sono facilmente reperibili in commercio.

 

Le setole in materiale sintetico, sono disponibili in tre gradi di “durezza”: morbide, medie e dure. Comunemente è preferibile utilizzare uno spazzolino da denti con setole medie, ne va della salute dell’area gengivale; gli spazzolini con setole rigide, soprattutto se non debitamente utilizzati, possono danneggiare lo smalto e irritare le gengive.

Pertanto, eccetto differente indicazione del medico, il consiglio migliore è quello di scegliere uno spazzolino a setole medie.

Nello spazzolino da denti elettrico, invece, la testina è mobile, segue un movimento oscillatorio o circolare.

 

Lo spazzolino elettrico nasce per garantire una maggiore e più efficace rimozione della placca.
 

Ad onor del vero, quando gli spazzolini elettrici furono introdotti sul mercato non c’era davvero molta differenza con quelli tradizionali, la loro capacità di rimuovere la placca non era potenziata così considerevolmente come oggi. La  moderna tecnologia degli spazzolini elettrici, invece, consente ad alcuni modelli di rimuovere significativamente più placca di uno spazzolino manuale, soprattutto nelle zone difficili da raggiungere.
 

Per praticità di gestione, lo spazzolino elettrico può risultare ancora più efficace rispetto a uno spazzolino manuale per le persone che presentano limiti fisici o impedimenti patologici nell’eseguire la pulizia dentale classica.
 

Anche i bambini sono più incentivati nell’igiene orale, lavare i denti usando lo spazzolino elettrico risulta molto più divertente e l’intera operazione di igiene orale è facilitata.

Come lavare i denti con lo spazzolino da denti manuale o elettrico.

 

Quando si utilizza uno spazzolino, sia esso manuale o elettrico, la testina va posta mantenendo un angolo di 45 gradi a partire dalla linea delle gengive. La bocca può essere idealmente divisa in 4 quadranti, prima si pulisce la parte frontale o esterna dei denti, poi quella interna.
 


come lavare i denti con lo spazzolino da denti
 

E’ necessario far principiare il movimento con una leggera pressione affinché le setole puliscano bene anche le gengive spingendo la sporcizia fuori dal solco gengivale.
 

Si parte sempre dalla gengiva accompagnando il movimento in modo tale da seguire la naturale linea del dente.

  • Nell’arcata superiore si spazzola dall’alto verso il basso (seguendo la linea gengivale) orientandosi sempre all’esterno;
  • nell’arcata inferiore lo spazzolamento avviene dal basso verso l’alto(sempre seguendo la linea gengivale) e col medesimo orientamento all’esterno.

 

Dove l’arco si fa stretto va utilizzata la punta  dello spazzolino orientandolo sempre verso l’esterno. Solo la parte masticante va spazzolata con un movimento orizzontale.
 

Lo spazzolino da denti dovrà avere la giusta dimensione e forma per la vostra bocca così da raggiungere anche i denti posteriori. Questo è importante nella scelta del vostro strumento per l’igiene orale.

 

Lo spazzolino da denti elettrico presenta un vantaggio rispetto alle testine e uno rispetto al movimento. 

Le testine dello spazzolino da denti elettrico sono molto più piccole rispetto a quelle di uno spazzolino manuale, questo vi permette di  raggiungere gli angoli più angusti e scomodi nella parte posteriore della bocca.

 
Attenzione: quando si utilizza uno spazzolino elettrico è necessaria pazienza e cautela. Possono essere gesti persino dannosi sia il movimento scorretto (quindi quei movimenti che non seguono la naturale linea del dente partendo dalla gengiva) sia una pressione eccessiva delle setole contro gengive e denti.
 

 
Fonte Immagini it.123rf.com con licenza d’uso.

Leggi anche

Seguici