Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cose che un uomo non dovrebbe mai negare alla sua donna

Posto che uomini e donne non sono uguali perchè cuore e cervello funzionano diversamente, un uomo non dovrebbe mai negare alla sua donna la salute del loro amore. Ed ecco spiegato come può preservarlo:

di Federica Federico

15 Ottobre 2018



Il percorso della vita di coppia può essere difficile, sopratutto se e quando gli impegni lavorativi, economici, genitoriali e familiari sono troppi. La vita può mangiare tempo all’amore e quando questo accade c’è sempre qualcuno che soffre.

 

Per evitare la deriva di un amore, ci sono delle cose, piccole ma preziose, che un uomo non dovrebbe mai negare alla sua donna:

  • uno sguardo come il primo sguardo;
  • la complicità, anche quando significa difesa incondizionata;
  • la passione;
  • la parola dell’amore.

 

Il cervello maschile e quello femminile funzionano diversamente! E’ un fatto che il maschio tenda più alla materia mentre la donna più allo spirito, e ciò non dipende dalla sensibilità soggettiva ma dalla natura stessa del genere maschile e femminile:

 

l’uomo è possesso, forza, presenza; la donna è accoglienza, empatia, dolcezza.

 

Così, mentre l’uomo si affida alla durevolezza del rapporto rintracciandone i capisaldi in sicurezze materiali, la donna cerca sempre rinnovate conferme, anche in amore.

cose che un uomo non dovrebbe mai negare alla sua donna

Un uomo non dovrebbe mai negare alla sua donna uno sguardo come il primo sguardo.

 

Quando due persone si incontrano, se i loro sguardi accendono la scintilla si scatena un mix tra attrazione e curiosità; più si resta affascinati più si vuole entrare in contatto con l’altro.

 

Il quotidiano può logorare la curiosità e affievolire l’attrazione, spesso interviene la scontentezza che fa tanto male al rapporto, altre volte l’egoismo, altre ancora il convincimento di possedere l’altro come se i sentimenti fossero statici.

 

Le donne soffrono di una maggiore sensibilità verso queste mancanze, hanno bisogno, tanto più dell’uomo, di sentirsi ancora interessanti per il partner. Infondo tutto dipende dalla minore sinteticità dell’animo femminile che è profondamente animato dall’istinto di sentirsi parte delle emozioni del compagno.

 

Regalare alla propria donna uno sguardo come il primo sguardo significa recuperare nel proprio intimo le intenzioni del primo giorno, equivale a dire “Ti voglio” con l’aggiunta di un “ancora” che può avere un valore veramente speciale, se non risolutivo.

 

Un uomo non dovrebbe mai negare alla sua donna la complicità.

 

Essere complici vuol dire innanzitutto indagare le ragioni e i desideri dell’altro sforzandosi, se non di condividerli, quantomeno di comprenderli.

La complicità è condivisione e questo non equivale ad essere necessariamente uguali, significa piuttosto avere l’uno cura del cuore dell’altro come nell’equilibrio armonico del suono di un’orchestra.

 

 

Un uomo non dovrebbe mai negare alla sua donna la passione.

 

Il quotidiano è spesso sinonimo di stress, ansia, velocità che inghiotte e spaventa, poco tempo e troppi pensieri. Tutto questo moto fisico e interiore fa sì che la vita di ogni giorno ci renda vittime di noi stessi, persino distaccandoci da ciò che amiamo, cose o persone.

 

Rispetto ad una coppia, nulla è più bello del ritrovarsi, anche a costo di mettere da parte la propria stanchezza.

 

 

La stanchezza è una condizione anche mentale, non è raro che ne aumenti la percezione quando noi stessi insistiamo col ricordare, a tutti e in ogni occasione, quanto siamo affaticati. Mettere da parte la stanchezza per favorire la coppia vuol dire creare momenti e circostanze in cui la coppia torna ad essere “sola rispetto al resto del mondo”. Non serve necessariamente un viaggio per fare questo, può bastare anche un momento ritagliato nella giornata o nella settimana. E più spontanea e naturale è la capacità della coppia di isolarsi dal resto del mondo maggiori ne saranno i benefici.

 

Conta, rispetto a tutto ciò, anche l’intesa intima. L’incontro fisico non è un dovere, non è una necessità a cui adempiere o da assecondare, è, almeno per quasi tutte le donne, un momento di conferma e affermazione dell’amore. Gli uomini dovrebbero sforzarsi di vivere l’intimità anche con la più alta e delicata considerazione della sensibilità femminile.

 

Un uomo non dovrebbe mai negare alla sua donna la parola dell’amore.

 

L’amore è un’atmosfera ma è anche una dichiarazione; è uno stato d’animo ma è anche una canzone; è una costruzione ma è anche un racconto.

 

La parola, intesa come la capacità di confessare il sentimento e di confermarlo, ha un peso specifico nel rapporto di coppia.

Molte crisi di coppia nascono dai non detti, dai silenzi, dal vuoto di parole, ovvero da quelle condizioni in cui l’amore resta inespresso e ciò che l’altro dà, fa, dichiara o manifesta manca del conforto di un bene verbalizzato, dialogato, corroborato anche solo da un “Ti amo“.

 

Un uomo non dovrebbe mai negare alla sua donna l’attenzione alla sensibilità, passa il tempo e l’amore? Ricordate che per non lasciarlo andare via con i giorni e i problemi quotidiani è importante concedere all’altro un pochino di sé. Amate con la reciprocità di chi si sceglie ogni giorno.

 


Fonte immagine it.123rf.com con licenza d’uso – ID Immagine: 51085214

Leggi anche

Seguici