Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Curiosità sulle feci: 4 cose che non sapevi

Ci sono alcune curiosità sulle feci che sono veritiere ma che forse non tutti conoscono poiché, la defecazione, è un'azione che avviene senza troppe domande

di Anna Pannico

07 Settembre 2017



Defecare, sebbene appaia sempre come un argomento imbarazzante, è una funzione fisiologica necessaria al nostro organismo per espellere all’esterno le feci, ovvero le sostanze assunte mediante l’alimentazione ma che non sono state assorbite dall’intestino e restano depositate nell’intestino crasso.

Ma sappiamo davvero tutto sulle feci? Ecco alcune curiosità sulle feci che forse non tutti sanno.

 

 4 curiosità sulle feci che non sapevi.

curiosità sulle feci ecco cosa non sapevi

Proprio perché si tratta di una funzione del tutto naturale, di un’azione compiuta nella completa spontaneità e normalità quando l’organismo ne ha bisogno, queste curiosità sulle feci potrebbero rispondere, in realtà, a domande che nessuno mai si è posto perché non ci si è mai soffermati sul perché le feci assumono proprio determinate caratteristiche.

 

 

La prima curiosità sulle feci che salta maggiormente all’occhio, o forse più precisamente al naso, è sicuramente l’odore sgradevole che le feci assumono quando vengono espulse, aspetto che non è causale ma che conosce una ragione ben precisa.

Difatti, questa deriva dalla decomposizione di alcuni amminoacidi che non vengono assorbiti dall’intestino e che vengono attaccati dai batteri presenti all’interno di esso avviando un processo di decarbossilazione che sprigiona alcune sostanze tossiche, che poi sono quelle che determinano il cattivo odore.

In un articolo pubblicato sul “National Geographic” si legge che Pamela Dalton, membro del “Centro di Chimica dei Sensi, Monell” in America, ha fornito il suo aiuto nello sviluppare un progetto militare per la produzione di “bombe puzzolenti” che appunto avessero la peculiarità di essere molto fastidiose all’olfatto.

Il motivo? Gli odori, rispetto ad altri gas e sostanze chimiche, non sono dannosi per cui allontanano le persone senza arrecare loro alcun danno.

 

 

In alcuni casi, può anche succedere, che le feci siano ancor più maleodoranti, ma questa fattispecie non rientra nelle curiosità sulle feci o perché è causata da patologie particolari o perché le feci sostano all’interno dell’intestino per un  periodo prolungato prima di essere espulse.

 

Tra le diverse curiosità sulla feci vi è, sicuramente, sapere qual è la sua reale composizione.

curiosità sulle feci ecco cosa non sapevi

Per il 75% e quindi in prevalenza, le feci sono costituite da acqua, il restante 25% che comprende la parte solida, si divide ulteriormente tra batteri ed altre componenti di scarto come calcio, fosfati, grassi e muchi intestinali, ed un’altra minima percentuale pari a circa il 13% di residui alimentari.

 

 

Ad onor del vero, le feci possono essere anche trapiantate mediante la cosiddetta “Batterioterapia Fecale” o “trapianto fecale” che viene utilizzata per combattere un batterio molto difficile che normalmente si trova nella flora batterica, il Clostidrium, in caso di patologie gravi di cui potrebbe essere affetto l’intestino. Il trattamento è in fase sperimentale, ed è stato sviluppato per la prima volta dal team del dottor Thomas Borody , in Australia.

Questo significa che le feci potenzialmente possono essere curative, ma questa è un’affermazione che diviene certa nel momento in cui si trapassa la fase sperimentale del trattamento.

Una curiosità sulle feci, questa, che non suona assolutamente come una burlata ma anzi, come un grande passo in avanti che dimostra come quello che per noi è sinonimo di scarto, in realtà, può essere impiegato efficacemente addirittura per scopi medici.

 

Curiosità sulle feci. Chi la fa più grossa?

Gli escrementi più piccoli sono quelli degli acari mentre i più grossi sono quelli degli elefanti i quali riescono a produrre  anche dai 4 ai 6 pezzi per volta, ciascuno dei quali può arrivare ad una lunghezza di 10 centimetri ed un diametro pari a 12.

 

Pare proprio, forse come era facilmente intuibile, che l’animale che defeca di più sia proprio l’elefante. Nell’uomo, invece, la quantità di feci che viene espulsa dipende anche dalla abitudini alimentari, dallo stile di vita e dall’attività fisica.

 

A prescindere da tutte le curiosità sulla feci, queste ultime sono importanti in quanto sono anche indice di salute dell’individuo.

Le feci quando sono “sane” assumono un determinato aspetto che si sostanzia in una uniformità generale sia nel colore che nella compostezza e forma. Se si presentano variazioni evidenti in tali aspetti che hanno poco a che fare con le curiosità sulle feci, potrebbe essere sintomo o di patologie specifiche dell’intestino o anche di altre, per cui è necessario chiedere il consulto medico per eseguire eventuali esami di accertamento.

 

Fonte Immagini: Ingimage ID Immagini ISS_9650_33653- ING_19029_25801

Leggi anche

Seguici