Questo sito contribuisce
all'audience di

 

13 cose da fare e non fare al primo appuntamento

Tredici cose e non fare e tredici comportamento da adottare al primo appuntamento per evitare che quell'incontro tanto atteso si riveli un totale fallimento

di Emanuela Saccucci

16 Agosto 2017



Quando ci prepariamo per un appuntamento, che sia di lavoro o sia galante, cerchiamo sempre di dare il meglio di noi, anche se spesso l’immagine che presentiamo “in copertina”, ovvero per la prima volta, non equivale perfettamente a ciò che siamo realmente ma è più simile a come vorremmo essere in un mondo ideale.

 

Del resto è normale che le energie spese per il primo appuntamento siano molte, si dice sempre che la prima impressione è molto importante anche perché finisce inevitabilmente per influenzare il giudizio complessivo e i successivi approcci.

 

Ognuno di noi potrà senz’altro ritrovarsi in queste fasi e trarne anche qualche insegnamento per poter meglio dare il giusto peso a tanta trepidazione.

13 cose da fare al primo appuntamento.

13 cose che si fanno ad un appuntamento

Qui di seguito vi elenchiamo 13 cose e comportamenti che bisogna adottare ad un primo appuntamento per poter conquistare il partner.

1La scelta del vestito per il primo appuntamento.

Normalmente il 90% delle donne, ma non solo, si presenterà ad un appuntamento vestita in modo diverso dal solito, ovvero indossa qualche cosa di speciale.

 

Chi indossa normalmente jeans, felpe e tacchi bassi, spesso cerca di cambiare completamente look, si dedica a compere dell’ultimo minuto per poter “essere all’altezza”.

Chi normalmente sembra uscita da una rivista di moda, nella paura di sembrare troppo sofisticata, cerca di ridimensionare la propria immagine oppure addirittura cerca di migliorare ancora la propria mise.

 

Insomma, al primo appuntamento si finisce con il rappresentare raramente ciò che si è realmente preferendo apparire “diversi”. Non vergogniamoci di ciò che siamo, essere se stessi ripaga sempre.

2 – Di cosa parlare al primo appuntamento.

Spesso è davvero un dramma. Dire troppo o dire troppo poco? Per timidezza, per scelta o per essere maggiormente misteriosi?

Abbiamo paura che il nostro lavoro sia troppo noioso o che riveli troppo interesse, che ci consideri chiacchierone o scontrose. Non sappiamo se raccontare che adoriamo gli animali e abbiamo 18 gatti.

Di sicuro sappiamo che non è bene, soprattutto al primo appuntamento, parlare di ex, parlare male di datori di lavoro passati o di storie tristi. Parlare della propria famiglia rischia di farci sembrare poco indipendenti, non parlarne potremmo sembrare egoisti e solitari…

Trovare la giusta via di mezzo che comunque ci appartenga, non è sempre facile e mentre decidiamo cosa dire o non dire, la serata è finita!

I silenzi sono in assoluto la cosa più imbarazzante.

 

– Valutare attentamente il menu.

Soprattutto per una donna, se si è invitati a pranzo o cena, la scelta del menu al primo appuntamento corrisponde nello svelare se stesse quasi quanto una seduta dall’analista.

Se vogliamo dare l’idea di essere attente alla linea rischiamo di morire di fame dopo ed esagerare con il dessert; se ci verrebbe voglia di ordinare il piatto più appetitoso e calorico temiamo di dare una pessima impressione di persone golose.

Lo stesso dilemma vale per il prezzo della portata: si è sempre altalenanti tra ciò che costa meno, per non sembrare scialacquatrici e ciò che è più raffinato senza badare a spese. Raramente la scelta del menu è frutto di una scelta azzardata, sincera e immediata.

4 Alla ricerca degli indizi.

Molto spesso le nostre preoccupazioni sui giudizi nascono dal fatto che siamo noi le prime a giudicare e valutare attentamente ogni parola, gesto o apparenza per interpretare poi gli interessi e la personalità del nostro interlocutore.

Stiamo attente dunque a non cadere vittime delle nostre stesse tecniche.

5 – Al primo appuntamento non cercare a tutti i costi di qualcosa di speciale.

Se si tratta di un incontro galante, non cercate di rendere magico per forza qualcosa che non lo è affatto. E’ inutile forzare le cose o immaginarsele per non avere il coraggio di dire che la persona che avete davanti non fa per voi, almeno sentimentalmente.

La stessa cose se fosse un incontro di lavoro: se anche avete bisogno di lavorare non nascondete a voi stessi che un dato impegno non può essere per voi, per i più svariati motivi. Illudervi è la  maniera più stupida di perdere tempo e fiducia.

 

6 – Uso del cellulare.

13 cose che si fanno ad un appuntamento

Se davvero non ne potete fare a meno, per problemi personali o perché non vedete l’ora di dire alle amiche come sta andando o ricevere consigli, almeno fatelo in modo appartato, magari andando in bagno, senza però rimanerci un’ora.

E’ orribile vedere che siete più interessati al cellulare che alla persona che avete davanti!

 

7 – Ridurre al minimo il nervosismo.

Cercate di imporvi la dovuta calma, di non continuare a ripetere gli stessi gesti che inevitabilmente daranno un’idea sbagliata su di voi, di persona impacciata ed insicura: giocherellare nervosamente con le posate, con gli anelli, con i capelli o altro.

Peggio potreste dare l’idea di una persona imbarazzata perché poco sincera.

 

8 – Fissare l’interlocutore.

Magari siete solo sovrappensiero o imbarazzate ma cercate di non cadere in questo banale quanto involontario errore: potreste dare una cattiva impressione se si capisce che pensate ad altro o che siate veramente perdutamente innamorate di chi vi sta davanti, anche se spesso non è così!

Nel complesso è un’espressione, per così dire, poco intelligente.

 

9 – Il sorriso.

Lascia sempre grandi interrogativi, come per le parole. Bisogna saperlo dosare al punto giusto per non sembrare sguaiate e pronte a ridere per ogni sciocchezza e, allo stesso tempo, mostrare la giusta dose di solarità e socievolezza.

 

10 – Individuare i lati no.

Se sappiamo che ci sono delle cose che davvero non sopportiamo nell’altro, allora sarebbe bene verificare subito se sono presenti, facendo delle domande eleganti ed intelligenti ma mirate. Inutile illudersi. Del resto siate consapevoli che verrà fatto anche dalla vostra controparte.

11Non cercate di sembrare più “preparati” di quello che si è.

Purtroppo spesso si cade proprio nella trappola di volersi mostrare più colti o intelligenti di ciò che obiettivamente si è e spesso questo equivale a fare figure davvero orribili.

Meglio rimanere nel nostro ambito, in cui siamo sicuri di poter essere preparati, senza voler essere sapientoni e fare una pessima impressione.

 

12 – Arrivare tardi.

E’ una cosa assolutamente fastidiosa e da evitare. A parte le facili battute, è un atteggiamento che difficilmente avrà un riscontro positivo anche a posteriori. Anche se avete cambiato vestito 10 volte, siete confuse, c’è traffico, non avrete mai una scusa abbastanza educata per cancellare la brutta impressione: cercate di arrivare più possibili puntuali.

 

13 – Non usare nulla di scomodo.

E’ veramente una pessima idea indossare qualcosa di scomodo o troppo diverso da ciò a cui siamo abituati solo per fare bella figura.

I tacchi troppo alti che ci faranno camminare in modo ridicolo e soffrire, un reggiseno che finirà con il farci sentire a disagio e con dei ferretti che produrranno solo lividi, una maglia troppo stretta che pizzicherà e ci distrarrà tutto il tempo… Artifici che non giocheranno mai a nostro favore.

 

Dall’insieme di questi atteggiamenti, ancora una volta, su tutto, prevale dare il meglio di se stessi ma proprio di se stessi e non di un’altra persona che non ci rappresenti e la cui maschera dovremmo indossare, inesorabilmente, per tutti gli altri appuntamenti! 

 

 

Fonte: Thrivingceleb

 

 

 

 

 

Fonte immagine di copertina Ingimage con licenza d’uso ID: ING_57919_06535

Leggi anche

Seguici