Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Ginnastica Anti-Gonfiore: Come Alleviare le Gambe Gonfie

Le disfunzioni che colpiscono gli arti inferiori spesso sono fastidiosi. Con una semplice ginnastica anti-gonfiore è possibile alleviare i fastidi provocati

di Anna Pannico

07 Marzo 2017



I problemi di gonfiore alle gambe sono molto diffusi e non necessariamente legati al fattore età.  In tutti i casi la soluzione consigliata è di praticare una specifica ginnastica anti-gonfiore, ma si può ricorrere anche ad alternative ugualmente benefiche alla circolazione.

Alcune attività, anche tra quelle quotidianamente svolte, sono un vero toccasana per le gambe ed in modo del tutto naturale fungono da ginnastica anti-gonfiore.

ginnastica anti-gonfiore gambe

Tenere in movimento le gambe è il primo passo da compiere per migliorarne il benessere, per cui è importante non stazionare per troppo tempo in piedi o seduti, riservando qualche minuto ad una breve passeggiata o all’esecuzione di semplici esercizi

 

La sensazione di gonfiore degli arti inferiori (talvolta accompagnata anche da pesantezza) è dovuta al rallentamento della circolazione del sangue venoso lungo la gamba verso il cuore

 

Per favorire tale circolazione, e nello specifico qualora questa sia difficoltosa, è importante scegliere degli sport poco traumatici che non prevedano contrazioni muscolari frequenti ed improvvise. Gli effetti benefici dello sport saranno una tonificazione dei muscoli ed un netto  miglioramento della circolazione sanguigna delle gambe.

 

Se si soffre di gambe gonfie è importante non lasciarsi sopraffare dalla pigrizia, preferendo sempre il movimento ad alternative meno faticose e sicuramente più comode.

Ecco alcune delle azioni quotidiane che si possono praticare come ginnastica anti-gonfiore.

 

  • Camminare. Le contrazioni muscolari della camminata favoriscono la spinta del sangue dal piede verso il cuore. Praticare con costanza una “passeggiata sportiva” si sostituisce perfettamente a qualsiasi altra ginnastica anti-gonfiore. Il consiglio è di farla nelle ore meno calde, a passo incalzante e per almeno mezz’ora. In generale, preferite sempre la camminata rispetto alla macchina, al bus o ad altri mezzi di trasporto. Percorrere a piedi ogni giorno tratti anche brevi, migliora la circolazione.

 

  • Andare in bicicletta. La pedalata è la ginnastica anti-gonfiore tra le prime in classifica. E’ benefica a livello circolatorio perché la spinta del piede sul pedale ed il movimento di flesso della gamba, favoriscono il ritorno venoso.  Inoltre, questo movimento lubrifica le articolazioni dell’anca, del ginocchio e della caviglia. Al fine di eseguire efficacemente l’esercizio è importante sedersi correttamente in sella. Anche per chi ha problemi di sovrappeso, andare in bicicletta aiuta a bruciare calorie oltre che migliorare la circolazione.

 

Per coloro che riescono a mantenere una costanza iscrivendosi in palestra, esistono esercizi propri di ginnastica anti-gonfiore.

 

Ideale è utilizzare la cyclette con il vogatore. Così facendo si coinvolge tutto il corpo mettendo in moto una pluralità di muscoli. Questo esercizio tonifica e snellisce braccia e gambe, favorendo contemporaneamente la circolazione del sangue. Onde evitare eccessivi sforzi, il consiglio è di incrementare l’allenamento gradualmente, sia in tempistica che in intensità.

 

Anche il nuoto è uno sport che aiuta la circolazione venosa , in quanto coinvolge la muscolatura di tutto il corpo in un esercizio armonico e dai movimenti morbidi, idonei ad alleggerire il peso del sangue sulle gambe.  Inoltre genera benefici al cuore riducendo il rischio di patologie cardiache.

ginnastica anti-gonfiore gambe

Ognuno è libero di scegliere l’attività che più si addice alle proprie esigenze fisiche, ma non solo. L’importante è mantenere sempre una costanza, al fine di non rendere l’esercizio fine a sé stesso e privo di effetti

 

 

 

Un buon esercizio di ginnastica anti-gonfiore lo è ancor più se accompagnato da una sufficiente idratazione e da un’alimentazione sana e pulita. Mangiare in maniera equilibrata evitando i “cibi spazzatura” garantendo anche il giusto apporto di acqua, contribuisce notevolmente al corretto funzionamento di tutte le componenti corporee.

Leggi anche

Seguici