Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Pericoli del Fumo: 4 Sintomi che NON Conoscevi

Nonostante le numerose campagne per dire stop al fumo sottolineare ancora una volta i pericoli del fumo aiuta ad essere più consapevoli dell'azione compiuta

di Anna Pannico

06 Marzo 2017



Quasi sempre i danni provocati dal fumo sono evidenti ed irreversibili, ma esistono anche pericoli del fumo più silenti a lungo andare ugualmente dannosi ed invalidanti.

 

Le sostanze nocive della sigaretta innescano nel nostro organismo una serie di meccanismi. Si tratta di pericoli del fumo dannosi, ai quali ci si può sottrarre agendo con maggiore responsabilità verso sé stessi.

 

pericoli del fumo quali sono

Le conseguenze di tali pericoli trovano evoluzione nel corso del tempo, e proprio perché non si manifestano nell’immediato è importante farci attenzione, evitando spiacevoli degenerazioni attraverso una corretta prevenzione.

 

Ecco alcuni dei pericoli del fumo ai quali inconsapevolmente ci esponiamo

 

 

  • Maggiore esposizione a contrarre germi. Secondo una ricerca condotta negli USA le componenti della sigaretta favoriscono la riproduzione di numerosi germi. Tipicamente questi provengono dalle foglie di tabacco e si moltiplicano durante la lavorazione. La contrazione dei germi avviene soprattutto quando si poggia in bocca una sigaretta spenta. Inoltre, tra i pericoli del fumo vi sono i danni alla muscosa ed alle cellule di difesa della bocca, con conseguente diminuzione della barriera difensiva orale, senza escludere il precoce ingiallimento dei denti ed altri effetti collaterali per il cavo orale. 

 

  • Cambiamenti dell’espressione del volto. Con il fumo la pelle perde di elasticità e lucidità, assumendo un colorito opaco decisamente poco naturale. La nicotina presente nelle sigarette impedisce una corretta ossigenazione dei tessuti e la pelle è la prima a subire tale effetto. Inoltre, le espressioni tipicamente assunte mentre si fuma (posizione della bocca, strizzatura degli occhi) si traducono in evidenti rughe di espressione, diventando parte integrante della propria espressione facciale. E’ importante tener presente che con l’avanzare dell’età i disturbi della pelle sono più difficili da eliminare.

 

  •  Maggiore sensibilità al dolore. Il fumo aumenta il senso del dolore rendendo alcuni processi di guarigione più estenuanti. A tale pericolo del fumo sono maggiormente esposte le donne fumatrici. Secondo uno studio americano condotto presso l’Università del Kentucky, nelle patologie il cui sintomo principale è il dolore cronico (fibromialgia, sciatica, dolore a schiena e collo) le donne che fumano avvertono più dolore. Lo studio ha evidenziato questa forte relazione in quanto ha provato che le donne che non hanno mai fumato resistono meglio al dolore rispetto alle fumatrici ed alle ex fumatrici. Questo perché i meccanismi che il corpo innesca per difendersi dal dolore, sono fortemente danneggiati nelle donne fumatrici ed ex fumatrici.

 

  • Caduta precoce dei capelli. E’ un pericolo del fumo a cui sono maggiormente esposti gli uomini. Una ricerca condotta dal Far Eastern Memorial Hospital di Taipei, ha confermato che il fumo è uno dei fattori che incide particolarmente sulla caduta dei capelli. Nei soggetti che già soffrono di alopecia androgenetica, il fumo velocizza ulteriormente la caduta dei capelli. Questo accade perché i vasi sanguigni che trasportano sostanze nutritive al cuoio capelluto, sono danneggiati dalle sostanze nocive della sigaretta.

 

Smettere di fumare quindi, non previene soltanto la contrazione di gravi patologie, ma tutela anche dalle alterazioni che l’organismo subisce nel tempo a causa del fumo

 

 

 

I pericoli del fumo sono numerosi perché sia il  tabacco che la sigaretta hanno una composizione altamente nociva

Il fumo del tabacco contiene molte sostanze tossiche che si sprigionano nel momento della combustione. Quella di cui si sente maggiormente parlare è la nicotina, presente nella pianta del tabacco e generatrice del senso di dipendenza.

La nicotina provoca eccitazione ed una diffusa sensazione di benessere. Una volta inalata, viene assorbita rapidamente producendo effetti particolari sulle vie respiratorie e sugli apparati gastrointestinale e cardiovascolare

 

Altra componente del tabacco è il catrame, caratterizzato dall’elevato contenuto di sostanze cancerogene. A differenza della nicotina non produce effetti immediatamente riscontrabili, ma provoca danni a lungo termine.

 

 

Non meno nocivo è il monossido di carbonio, un gas inodore ed incolore che si forma in tutte le combustioni. Viene aspirato in quantità maggiore rispetto alle altre due componenti e siccome si lega più rapidamente all’emoglobina, riduce la capacità di assorbimento dell’ossigeno.

 

Alle componenti tipiche del tabacco si aggiungono gli additivi che vengono utilizzati nella produzione della sigaretta, assolutamente non meno dannosi dei precedenti.

 

pericoli del fumo quali sono

La difficoltà che un fumatore prova nell’allontanarsi dalla sigaretta è evidente, ma meditare ancora una volta sui pericoli del fumo aiuta a “volersi più bene”. Smettere di fumare non è impossibile, conta dotarsi di consapevole pazienza e perseveranza, certi che sarà la miglior scelta per il bene proprio e di chi ci circonda.

Leggi anche

Seguici