Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Infermiere Sfrega le sue Parti Intime Contro la Paziente: Video Choc

Un infermiere sfrega le sue parti intime contro il volto di una giovane donna distesa su una barella, subito dopo si allontana facendo finta di nulla.

di Federica Federico

02 Febbraio 2017



Stanno circolando in rete le immagini denuncia di una molestia intima perpetrata da un infermiere ai danni di una paziente (probabilmente non in condizioni di difendere se stessa):

un infermiere sfrega le sue parti intime contro il volto di una giovane donna mente la ragazza giace su una barella in un  nosocomio peruviano.

Colto in flagrante, l’infermiere è stato immortalato con un cellulare, le immagini sono finite in rete, complice la veloce condivisione via social, e infine è scattata la denuncia.

infermiere sfrega le sue parti intime

Un infermiere sfrega le sue parti intime contro il volto di una giovane donna distesa su una barella, i fatti e le conseguenze:

l’ospedale peruviano da cui è partita la denuncia ha identificato il colpevole che in prima persona ha ammesso il suo errore e rassegnato le sue dimissioni. L’amministrazione del nosocomio ha, invece, pubblicamente rivolto formali sue scuse alla famiglia della vittima.

L’indignazione dinnanzi all’accaduto, però, non è minore: dimissioni e scuse bastano a fermare la violenza contro le donne? L’oppressione maschile esercitata contro una donna in evidenti condizioni di inferiorità fisica è cosa inaccettabile.

Il video è stato diffuso via social network e poi ripreso da testate giornalistiche, anche televisive. Dalle immagini si vede un uomo in camice bianco, un infermiere, secondo le fonti stampa, che avvicina le parti basse del suo corpo alla donna sulla barella.

Un infermiere sfrega le sue parti intime contro il volto di una giovane donna distesa su una barella. Non è dato sapere in che condizioni fosse la donna né se si sia resa conto dell’atto che stava subendo.

il video integrale del turpe atto è visibile su YouTube (chi volesse visionarli può cliccare QUI), lo scopo della divulgazione della notizia non è per noi la condivisione del video, dalla quale, all’opposto, prendiamo le distanze, quanto, piuttosto, una riflessione sulla necessità di tutelare massimamente i pazienti nosocomiali e in generale di punire con durezza la violenza contro le donne, in qualsiasi modo e in qualsiasi forma essa venga perpetrata.

Leggi anche

Seguici