Questo sito contribuisce
all'audience di

Autodiagnosi Aids-HIV, Come Funziona e Dove Trovare il Test

Rapido e attendibile, il test può essere eseguito da chiunque, non occorrendo una preparazione specifica, basta infatti una semplice puntura sul polpastrello.

di Daniele Lisi

15 Dicembre 2016



AIDSAutodiagnosi Aids-HIV, Come Funziona e Dove Trovare il Test che consente di fare un passo avanti per quanto concerne la diagnosi precoce, garantendo inoltre la privacy totale a chi effettua il test. L’Aids è ben lungi dall’essere debellata, anche se oggi fa meno paura di un tempo, perché con le cure attuali è possibile mantenere l’infezione sotto controllo, anche se in sostanza non esiste una guarigione definitiva. E forse è proprio per questo motivo che molti trascurano le normali precauzioni da prendere, e questo fa sì che il numero di contagiati nel mondo sia in continua crescita. Oggi sono 36,7 milioni le persone con Hiv nel mondo, mentre in Italia il numero di nuovi casi è in costante diminuzione, collocando il Paese al tredicesimo posto per numero di contagiati. In Italia, nel 2015, si sono registrate 3444 nuove diagnosi di infezione da Hiv, comunque in costante calo rispetto agli anni passati. Ciò che più preoccupa in assoluto è l’aumento dei casi tra gli adolescenti. Secondo l’Unicef, in tutto il mondo, l’incremento dei casi di HIV tra i giovanissimi è destinato ad arrivare, nei prossimi anni a 400 mila all’anno, un aumento decisamente significativo se rapportato ai 250 mila in più registrati nel 2015.

L’Hiv nel 2015, rileva l’Unicef, ha causato 41 mila vittime tra i ragazzi tra 10 e 19 anni, un dato certamente allarmante in particolar modo perché riguarda i giovanissimi. Se da un lato scendono sensibilmente i casi di contagio per via iniettiva, ovvero per l’utilizzo di siringhe infette tra i tossicodipendenti o per trasfusioni, dall’altro lato crescono invece i casi per rapporti sessuali non protetti, in particolar modo tra i giovani, e questo è dovuto presumibilmente ad una diminuita percezione del pericolo dovuta anche ad una ridotta campagna di prevenzione che negli anni addietro aveva sortito un certo effetto.

Test hivInsomma, non bisogna abbassare la guardia, è necessario essere sempre attenti e utilizzare tutte quelle misure di sicurezza che, purtroppo, negli ultimi tempi invece sono state trascurate. In questa direzione va, ad esempio, il test che consente di effettuare una autodiagnosi Aids-HIV, in tutta sicurezza e mantenendo quindi quella riservatezza che per molti è fondamentale. Il test è reperibile in farmacia ed è semplicissimo da usare e con un altissimo livello di attendibilità, per cui raramente si potrebbe avere un falso positivo. Questo test consentirebbe quindi di abbassare il livello di rischio collettivo in quanto soggetti restii a rivolgersi a strutture per effettuare il test, potrebbero farlo senza problemi.

Rapido e attendibile, il test può essere eseguito da chiunque, non occorrendo infatti una preparazione specifica. Basta infatti  una semplice puntura sul polpastrello, come si fa per misurare l’insulina, per raccogliere qualche goccia di sangue da utilizzare per il test. Per avere il responso è necessario attendere 15 minuti. Bisogna considerare che se si effettua il test perché si ha il dubbio di essersi contagiati, il tempo necessario affinché l’organismo produca gli anticorpi dal momento del contagio è di circa 90 giorni. Il costo del kit è di soli 20 €.

Bisogna tener presente inoltre che il virus può restare asintomatico, senza quindi dare segni della sua presenza, per 5-10 anni, quindi non ci si può sentire al sicuro se sono passati solo alcuni mesi da Test hivun comportamento che si potrebbe considerare a rischio. I soggetti che farebbero bene ad effettuare il test di autodiagnosi sono i tossicodipendenti, chi ha avuto uno o più rapporti con persone di cui non si conoscono le abitudini sessuali, chi ha o ha avuto più partner, in particolar modo chi ha avuto rapporti non protetti. Anche se oggi la malattia fa meno paura di prima, si tratta pur sempre di una infezione assai seria e pericolosissima che non guarisce, per cui è necessario essere sempre attenti e non abbassare mai la guardia.

Leggi anche

Seguici