Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come Abbassare La Pressione Arteriosa Senza Ricorrere Ai Farmaci

L'ipertensione non è solo un disturbo, ma una vera e proprie malattia che se non affrontata con decisione potrebbe, a lungo andare, scatenare problemi decisamente più gravi come quelli cardiovascolari.

di Daniele Lisi

09 Dicembre 2016



IpertensioneCome Abbassare La Pressione Arteriosa Senza Ricorrere Ai Farmaci, ma semplicemente adottando uno stile di vita più sano. Come al solito, anche in questo caso, è l’alimentazione, o meglio, una cattiva alimentazione la prima indiziata, ma ad essa vanno aggiunte anche alcune cattive abitudini, come il fumo, sia diretto che passivo, e una vita sedentaria che favorisce il sovrappeso, o peggio l’obesità, fattori di rischio accertati di ipertensione. Questa non è solo un disturbo, ma una vera e proprie malattia che se non affrontata con decisione potrebbe, a lungo andare, scatenare problemi decisamente più gravi come quelli cardiovascolari, quindi anche infarto e ictus. È necessario controllare la propria pressione con regolarità, senza tuttavia farsi ingannare se ad una misurazione viene rilevata una pressione più alta del normale, perché potrebbe trattarsi di un problema legato ad un fattore contingente del tutto eccezionale. In questi casi è necessario effettuare delle successive misurazioni a distanza di qualche ora l’una dall’altra e, solo se i valori elevati venissero confermati, rivolgersi al proprio medico perché con l’ipertensione non si scherza, è un serio fattore di rischio che non va mai sottovalutato.

Vi sono alcuni trattamenti naturali che possono rimettere le cose a posto senza dover ricorrere ai farmaci. Si tratta in primo luogo di modificare radicalmente il proprio stile di vita e con esso anche le abitudini alimentari. Quindi, innanzi tutto niente fumo, e su questo non vi è alcun dubbio. È poi necessario limitare al massimo l’utilizzo del sale per condire gli alimenti, sale che potrebbe essere sostituito benissimo dalle spezie, alcune delle quali, tra le tante proprietà, hanno anche quella di ridurre la pressione sanguigna. Il sale favorisce la ritenzione idrica e quindi aumenta il volume del sangue per cui il cuore, per mobilitare l’eccesso di volume sanguigno presente in circolo, dovrebbe pompare più forte aumentando la pressione arteriosa.

JoggingPer lo stesso motivo vanno eliminati, o almeno limitati al massimo, gli alimenti trasformati perché ricchi di sale, oltre a tante altre sostanze che certamente amiche della salute non sono. Quindi attenzione agli insaccati, ai salumi, alle salse già pronte, ai cibi precotti, alle tante merendine e prodotti da forno, ai tanti snack che certamente sono amici del palato, ma che invece favoriscono la ritenzione idrica e sono anche spesso i primi responsabili dell’aumento di peso che è, anch’esso, un serio fattore di rischio di ipertensione.

Assai importante è l’attività fisica che, se praticata con regolarità, e quindi non solo occasionalmente, per almeno 35-40 minuti al giorno per 6 giorni a settimana, è già da sola in grado di ridurre la pressione arteriosa alta tra 4 e 9 millimetri di mercurio. Inoltre, una attività fisica di tipo aerobico, quindi la corsa, la camminata veloce, la cyclette, sono anche le migliori per mantenersi in forma, per perdere più facilmente e progressivamente i chili di troppo di cui ci si vuole e ci si deve liberare per poter contare su di una migliore condizione fisica generale. Ma, come tutti ben sanno, l’attività fisica aerobica è in grado di apportare anche tanti altri benefici all’organismo, per cui non andrebbe mai sottovalutata.

Vi sono poi alcuni alimenti che possono aiutare a ridurre i livelli di pressione alta, per cui sarebbe opportuno tenerli in grande Aglioconsiderazione durante la preparazione delle pietanze. Innanzi tutto l’aglio, un vero e proprio farmaco naturale che non dovrebbe mai mancare. Vi è poi la curcuma, il cui principio attivo, la curcumina, tra le tante sue virtù ha anche quella di ridurre la pressione arteriosa. Vi sono poi lo zenzero, il peperoncino di Cayenna, l’olio extravergine di oliva, le noci, i pistacchi e la frutta secca in generale, gli alimenti ricchi di omega 3 e omega 6, quelli ricchi di magnesio e tanti altri ancora. Ad ogni buon conto, in caso di ipertensione, bisogna sempre consultare il medico perché è il solo in grado di fare la scelta migliore per preservare la salute del paziente.

Leggi anche

Seguici