Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Sigarette Elettroniche Dannose Come il Tabacco. Guarda Cosa Succede Nella Tua Bocca

I vapori rilasciati dalle E-cig sono pericolosi così quanto lo sono quelli delle sigarette tradizionali perché producono danni ai tessuti molli della bocca e del cavo orale.

di Daniele Lisi

06 Dicembre 2016



Sigaretta elettronicaSigarette Elettroniche Dannose Come il Tabacco. Guarda Cosa Succede Nella Tua Bocca quando si respirano i vapori bruciati dalle sigarette elettroniche. Uno studio condotto recentemente dai ricercatori della University of Rochester School of Medicine and Dentistry a New York ha dimostrato che i vapori rilasciati dalle E-cig sono pericolosi così quanto lo sono quelli delle sigarette tradizionali perché producono danni ai tessuti molli della bocca e del cavo orale. Insomma, il fumo fa male, quale esso sia, non fa alcuna differenza, e questo non farà certamente piacere ai tanti fumatori che, dalla sigaretta tradizionale a base di tabacco sono passati a quelle elettroniche credendo che queste ultime fossero innocue, mentre innocue non lo sono affatto. Secondo lo studio in questione alcuni dei composti chimici presenti nei liquidi delle sigarette elettroniche sono addirittura più pericolosi per la salute della bocca rispetto alle sigarette tradizionali, le bionde. La ricerca ha dimostrato che quando i vapori delle sigarette elettroniche bruciano provocano il rilascio di alcune proteine che infiammano i tessuti molli dei tutto il cavo orale e, il liquido più pericoloso in assoluto è quello al mentolo. Insomma, dalla padella nella brace, si potrebbe dire.

Il fumo, come ormai tutti dovrebbero ben sapere, non è una necessità fisica, bensì una dipendenza psicologica e, come tale, dovrebbe essere affrontata con la massima decisione. Del resto liberarsi da questa dipendenza non è per nulla difficile, come infatti dimostrano le migliaia di persone che ogni giorno smettono di fumare, è semplicemente una questione di volontà, è volerlo fare, perché tentare non serve a nulla: fare, non provare, non c’è via di mezzo. E, come dimostra la ricerca appena citata, il passaggio alla sigaretta elettronica non risolve il problema perché non si evita il danno per la salute.

Sigaretta elettronicaCerto, il fumo di sigaretta, quello tradizionale, non fa solo male al cavo orale, ma anche a tutto l’organismo nel suo complesso. Decenni di ricerche condotte in tutto il mondo hanno ampiamente dimostrato che il fumo è cancerogeno, ma non solo, perché è anche responsabile di tante altre patologie pericolose, come quelle cardiovascolari, disturbi del sonno e tante altre ancora. I soli a poterne trarre un piccolo vantaggio potrebbero essere i malati di Parkinson perché sembra, non è affatto certo infatti, che possa in qualche modo limitare i sintomi, almeno nella fase iniziale della malattia, ma si resta pur sempre nel campo delle ipotesi.

Non resta quindi che smettere di fumare, cosa che, come detto in precedenza, non è particolarmente difficile. È necessario decidere di farlo con fermezza, esserne convinti, e se ciò avviene, smettere diventa quasi una passeggiata. Del resto lo dice uno che ha smesso di punto in bianco, in una calda giornata di agosto di alcun decenni or sono, uno che fumava regolarmente le sue brave 20 e più sigarette al giorno, e che è riuscito nell’intento senza alcun problema, senza ripercussioni di sorta, se non un aumento dell’appetito che gli ha fatto mettere su dei chili di troppo, persi successivamente con altrettanta nonchalance.

Smettere di fumare significa anche fare a meno della elettronica, perché altrimenti dichiararsi non fumatori perché si fumano dei liquidi al posto del tabacco è quantomeno azzardato. Per quanto Liquidi mentalriguarda il fumo checché ne dicano alcuni, non esistono vie di mezzo: o si fuma o non si fuma. Pensare di risolvere la propria dipendenza dal tabacco, dipendenza psicologica si ricorda, limitando il numero di sigarette nell’arco della giornata è una utopia, è una battaglia persa in partenza, perché dopo qualche giorno, o forse anche di più, di fumo ridotto, si tornerà nuovamente a fumare come prima. Del resto, i danni per la salute sono gli stessi, sia che si fumino 10 sigarette al giorno, sia che se ne fumino 20 e più.

Leggi anche

Seguici