Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Perché Andare In Bicicletta Fa Bene (a Salute ed Umore)

Andare in bicicletta è una attività fisica di tipo aerobico, quella che più di altre apporta benefici al fisico, e inoltre è adatta a tutte le età.

di Daniele Lisi

07 Settembre 2016



In biciclettaPerché Andare In Bicicletta Fa Bene (a Salute ed Umore)? Perché è una attività fisica di tipo aerobico, quella che più di altre apporta benefici al fisico, senza poi contare che andare in bicicletta, come del resto anche la camminata veloce, è adatta a tutte le età, sempre se praticata con il solito buon senso che dovrebbe guidare tutte le azioni dell’uomo. Andare in bici, inoltre, consente di non caricare eccessivamente muscoli e articolazioni, come invece avviene con lo jogging, quando si corre, basterebbe solo trovare un percorso adatto, molto meglio se lontano dal traffico veicolare che comunque può rappresentare sempre un pericolo, oltre che un problema per la qualità dell’aria, ed è questo il solo piccolo grande ostacolo da superare. Infatti non sempre è possibile trovare il percorso adatto, meglio se pianeggiante, in modo che sia adatto a tutti e a tutte le età, dal momento che molte città non sono dotate di aree adatte o piste ciclabili che permettano un utilizzo sicuro della bicicletta. I fortunati che invece hanno a disposizione il percorso adatto, potranno trarre grande giovamento dall’andare in bicicletta, perché i vantaggi per l’organismo sono molteplici. Vediamo di quali si tratta.

Come tutte le attività fisiche di tipo aerobico o cardiovascolare, andare in bicicletta fa bene in modo particolare al cuore e al sistema cardiocircolatorio. Rafforza infatti il muscolo cardiaco, aiuta a bruciare più grassi e a regolare il livello di colesterolo nel sangue che, si sa, rappresenta uno dei principali fattori di rischio per il cuore. Un colesterolo LDL basso e un colesterolo HDL alto sono la strada giusta per avere delle arterie in perfetta salute, prive di placca e quindi di quelle ostruzioni che rappresentano un severo fattore di rischio per infarto e ictus. Inoltre, migliora la pressione sanguigna e previene anche altre patologie come il diabete di tipo 2.

In bici a tutte le etàOltre alle arterie ne gioveranno anche le vene, in quanto pedalare contrasta gli effetti negativi dell’insufficienza venosa, ovvero favorisce il normale reflusso sanguigno dagli arti periferici al cuore, riducendo quindi il rischio di vene varicose e altri disturbi, come le gambe e le caviglie gonfie. Senza poi contare che, trattandosi di una attività fisica di tipo aerobico, andare in bicicletta aiuta a perdere peso, ad eliminare quei chili di troppo che sono così fastidiosi da portare a spasso. Pedalare per almeno 30-40 minuti al giorno, per almeno 5 giorni a settimana, permette di bruciare una gran quantità di calorie e di recuperare facilmente la forma perduta.

Andare in bicicletta, sempre che lo si faccia su di un percorso pianeggiante, non sovraccarica muscoli e articolazioni, per cui si riduce sensibilmente il rischio di incorrere in qualche infortunio muscolare che costringerebbe a sospendere l’attività fisica per un periodo più o meno lungo, in base alla gravità dell’infortunio stesso. Quando si pratica una qualsiasi attività fisica è necessario non pretendere mai dal proprio organismo più di quanto possa essere in grado di dare, quindi è bene procedere per gradi, incrementando la durata dell’allenamento di pari passo con il migliorare della forma fisica.

Pedalare fa bene anche all’umore, perché promuove la produzione di endorfine, gli ormoni del benessere, che aiutano a distendersi, a rilassarsi, ad allontanare lo stress. La scelta del percorso adatto è Andare in biciimportante anche per questo motivo. Un conto è districarsi tra auto e pedoni, facendo attenzione a non essere investiti, altra cosa è pedalare in totale relax su di un percorso adatto, immersi nel verde di un parco cittadino o percorrendo una poco frequentata strada di campagna. Inoltre, prima di dedicarsi a questo tipo di allenamento, è sempre bene rivolgersi al proprio medico per essere certi che il proprio stato di salute sia compatibile con l’andare in bicicletta, regola tra l’altro che vale per qualsiasi attività fisica si voglia praticare.

Leggi anche

Seguici