Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Hai Bambini Aggressivi? Sculacciare Li Rende…

Secondo una ricerca condotta dalle università di Texas e Michigan, pubblicata sul Journal of Family Psychology, le sculacciate avrebbero gli stessi effetti che hanno gli abusi, solo leggermente inferiori.

di Daniele Lisi

20 Maggio 2016



Mamma sculaccia figliaHai Bambini Aggressivi? Sculacciare Li Rende ancor più aggressivi e più inclini a non rispettare le regole. Per la precisione, le sculacciate avrebbero gli stessi effetti che hanno gli abusi, solo leggermente inferiori. È quanto emerge da una ricerca condotta dalle università di Texas e Michigan, pubblicata sul Journal of Family Psychology, studio che ha preso in esame 50 ricerche sull’argomento che avevano coinvolto 160mila bambini, un numero certamente significativo che conferisce alla ricerca stessa una valenza non di poco conto. Eppure un tempo i bambini si educavano così, con una sculacciata ogni tanto e con la caramella quando era il caso, tanto è vero che esiste un vecchio detto popolare dialettale, che tradotto in italiano recita più o meno Botte e dolcetti fanno i figli belli, e si sa che i vecchi detti di un tempo sono considerati la saggezza dei popoli, perché hanno tutti un fondo di verità. Infatti, quando si usava quello che si potrebbe definire il bastone e la carota come metodo di educazione, i risultati erano certamente migliori di oggi, quando troppo spesso si lasciano i figli liberi di fare ciò che vogliono senza imporre loro delle regole.

Se poi queste regole un tempo venivano disattese, ecco che arrivava un sano sculaccione a rimettere le cose a posto. Oggi quello sculaccione, non solo è passato di moda, ma è considerato un metodo educativo errato, fuorviante, che addirittura potrebbe ottenere degli effetti contrari. Lo studio citato in precedenza contraddice una ricerca del Calvin College del 2010 che dimostrava l’esatto contrario, ovvero che i bambini sculacciati fino all’età di 6 anni mostravano di avere dei comportamenti migliori, andavano meglio a scuola ed inoltre erano più ottimisti rispetto ai loro coetanei non sculacciati.

Bimba che piangeDel resto, le sculacciate sono uno dei metodi educativi più utilizzati in assoluto in tutto il mondo, infatti lo utilizzano l’80% dei genitori, con risultati che possono essere diversi caso per caso. Da altri recenti studi viene evidenziato che, più che la sculacciata, ciò che sortisce un maggior effetto negativo è l’umiliazione, ovvero essere sculacciati, o anche solo essere redarguiti in maniera severe in presenza di altre persone, in particolar modo coetanei. È questo ciò che rende il bambino ancor più ribelle, lo condiziona profondamente perché si sente offeso, e potrebbe anche covare sentimenti decisamente diversi dall’affetto che solitamente si dovrebbe sentire verso i genitori.

L’educazione dei bambini è qualcosa di molto complesso, difficile, anche perché non è mai esistito e non esiste una scuola, un corso, in grado di educare correttamente i genitori sull’argomento. I genitori sono un po’ tutti degli improvvisati, che si basano sull’esperienza che hanno vissuto come figli, e quindi cercano di comportarsi in modo analogo a come si sono comportati a loro volta i loro genitori, semmai eliminando quei comportamenti che avevano generato in loro un certo fastidio. Ne consegue che non sempre si sceglie la giusta strategia, spesso si commettono degli errori, verrebbe quasi da dire che come fai sbagli, cosa che del resto spesso coincide con la realtà dei fatti.

Certo, uno sculaccione, uno scappellotto è in fondo un piccolo atto di violenza e in alcuni casi viene avvertito come tale, anche se di fatto è semplicemente un Mamma-rimproveracomportamento punitivo e nulla più. Paragonare, anche solo lontanamente, le sculacciate agli abusi è probabilmente un po’ troppo azzardato, una piccola forzatura, anche se la ricerca in questione sembra dimostrare proprio questo, in contraddizione tra l’altro con altre ricerche analoghe di qualche tempo fa. L’importante, più che lo sculaccione stesso, è fare comprendere il perché della punizione, non liquidare la marachella, più o meno grave, punendola e basta, senza giustificare e spiegare il provvedimento punitivo, quale esso sia.

Leggi anche

Seguici