Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Prelievo del Sangue senza Ago, ventosa sulla pelle assorbe il sangue senza bucare

La ventosa in questione che sfrutta la microfluidica, ovvero la tecnologia che studia la manipolazione di liquidi attraverso canali microscopici, è stata sviluppata negli Stati Uniti.

di Daniele Lisi

27 Agosto 2015



VentosaPrelievo del Sangue senza Ago, una ventosa sulla pelle assorbe il sangue senza bucare, per la gioia dei tanti pazienti timorosi degli aghi. Si, perché i nemici delle bucature, diciamo così, sono molti più di quanto si possa immaginare, stiamo parlando degli adulti ovviamente, senza poi contare i bambini che da sempre hanno visto gli aghi quasi come terribili strumenti di tortura, anche se negli anni gli aghi stessi sono diventati sempre più sottili e la loro puntura indolore. Ma non è tanto il dolore a fare paura, almeno per gli adulti, quanto il fatto stesso di essere bucati e di vedere il sangue che fuoriesce dal proprio corpo. Si sommano così due paure, quella della vista del sangue, in particolar modo il proprio, e quella degli aghi. Nel nuovo dispositivo allo studio il sangue non si vede più perché il prelievo viene effettuato da una piccola ventosa che si applica sul braccio e il sangue viene in un certo senso succhiato, senza che il paziente se ne renda conto. La ventosa in questione è della grandezza di una pallina da ping pong, cosa che al momento limita le tipologie di esami.

Si sta comunque lavorando ad un dispositivo in grado di prelevare una maggior quantità di sangue, in modo da poter effettuare non solo gli esami di base, come il controllo del colesterolo, la glicemia o l’emocromo, ma un po’ tutto ciò che occorre. La ventosa in questione che sfrutta la microfluidica, ovvero la tecnologia che studia la manipolazione di liquidi attraverso canali microscopici, è stata sviluppata negli Stati Uniti dall’Università Wisconsin Madison in collaborazione con l’azienda Tasso Inc, e potrebbe essere disponibile entro tutto il 2016, come detto in precedenza, una buona notizia per i timorosi degli aghi.

PrelievoSecondo i ricercatori la ventosa riuscirebbe a succhiare il sangue direttamente dai capillari perché la tensione superficiale avrebbe il sopravvento sulla forza di gravità, e questo consentirebbe al sangue di defluirebbe di fatto spontaneamente all’interno del piccolo recipiente presente nella ventosa in questione. Se vogliamo, un vera e propria rivoluzione che andrebbe nel tempo, dopo le opportune modifiche necessarie per poter effettuare anche prelievi di maggiori quantità di sangue, il classico sistema utilizzato fino ad ora, quello con ago e siringa. Una rivoluzione non da poco, tenuto conto delle difficoltà che a volte si incontrano con alcuni pazienti.

Una volta perfezionata la ventosa, si potrebbe anche ipotizzar la possibilità di effettuare autonomamente il prelievo direttamente a casa, senza doversi recare presso il laboratorio di analisi o altra struttura, e senza la presenza del solito infermiere di turno. A tutto penserebbe la ventosa e, una volta terminato il lavoro o meglio il prelievo, non resterebbe che inviare il sangue al laboratorio. Visto poi che ormai un po’ tutte le strutture, sia pubbliche che private, che si occupano di effettuare gli sami del sangue possono anche inviare direttamente a casa via email i risultati, il tutto si potrebbe completare senza la necessità di doversi muovere dalla propria abitazione.

Paura degli aghiUna soluzione di questo tipo sarebbe quella ideale per le persone che hanno oggettive difficoltà a spostarsi per una serie di motivi. Senza poi contare anche che sottoporsi ad un prelievo per alcun persone è fonte di estremo disagio, in particolar modo per i bambini che potrebbero vedere la magica ventosa in azione con un certo interesse, senza paura, anzi con curiosità. Secondo gli ideatori della ventosa, ormai la sua commercializzazione è solo questo di qualche mese, come detto in precedenza, infatti dovrebbe essere operativa entro la fine del prossimo anno.

Leggi anche

Seguici