Questo sito contribuisce
all'audience di

30 minuti di Passeggiata al giorno, 7 ottimi motivi per Camminare

Passeggiare, è un esercizio di tipo aerobico o cardiovascolare perfetto per il benessere dell’organismo, meno faticoso della corsa.

di Daniele Lisi

14 Agosto 2014



Camminare30 minuti di Passeggiata al giorno, 7 ottimi motivi per Camminare, perché passeggiare, o se preferite la camminata, è un esercizio di tipo aerobico o cardiovascolare perfetto per il benessere dell’organismo. Contrariamente alla corsa o  jogging, è praticabile quasi da tutti, anche dai non più giovani, perché lo sforzo fisico è certamente meno intenso, anche se poi i benefici sono gli stessi. La cosa importante è non fare una vita sedentaria, muoversi, mettere in condizione il fisico, e in questo caso anche lo spirito, di essere praticamente sempre in forma, forse non perfetta, ma senz’altro qualcosa che gli si avvicina parecchio. Una vita sedentaria è alla base di non pochi problemi fisici, spiana la strada al sovrappeso o, peggio, all’obesità, e una volta che si è su quella china, è difficile tornare indietro, non che non ci si possa riuscire, ma lo si può fare solo a costo di notevoli sacrifici e di un impegno costante, non solo fisico, ma anche psicologico. Quindi camminare, fare una bella passeggiata ad un passo un po’ più allegro del solito, non potrà che far bene alla salute, e se si sceglie il percorso adatto e, inoltre, se lo si fa in compagnia, anche se del proprio fedele amico a quattro zampe,  sarà oltremodo piacevole, una vera risorsa sia per il fisico che per la mente.

La prima cosa da fare è quella di consultare il proprio medico, più per scrupolo che per altro, per essere certi che le proprie condizioni siano compatibili con questo tipo di attività fisica e poi, una volta ricevuto il via libera, dotarsi di un buon paio di scarpette in modo da affrontare la camminata senza il rischio di incorrere in qualche infortunio che, oltre ad essere fastidioso, costringerebbe a sospendere le passeggiate. Non resta a questo punto che scegliere il percorso, meglio, anzi molto meglio se a contatto con il verde, nel parco cittadino, in campagna, o anche in riva al mare, percorso che  sarebbe opportuno variare per evitare che possa diventare monotono, anche solo cambiando il senso di marcia. E ora vediamo quali sono i 7 buoni motivi cui si accennava all’inizio.

CamminareIn primo luogo riduce il rischio di malattie cardiovascolari, quindi infarto e ictus, perché stimola la circolazione sanguigna e tende a normalizzare la pressione.  Questo grazie anche al fatto che tende a normalizzare i livelli di colesterolo nel sangue e a tenere il muscolo cardiaco in perfetta efficienza.

Riduce il rischio di cancro al seno, come del resto dimostrato da una serie di recenti ricerche, ma non solo, perché regolando le funzioni intestinali, evita anche il formarsi di quei ristagni tanto pericolosi che sono un fattore di rischio per il cancro al colon.

Previene il diabete di tipo 2. Alcune ricerche hanno dimostrato che 2000 passi al giorno, che più o meno corrispondono a circa 1,5 chilometri, riducono sensibilmente il rischio di contrarre questo tipo di diabete.

Aiuta a far perdere i chili di troppo e, quindi, in un certo senso previene anche l’obesità, una condizione che è alla base di non pochi problemi fisici che possono interessare un po’ tutto l’organismo.

Allunga la vita. La maggior parte dei medici sono concordi nell’affermare che 5000 passi al giorno, che corrispondono più o meno ad una camminata di 3 chilometri, allunga la vita, proprio per i tanti benefici che la camminata produce.

Potenzia le difese immunitarie. Il sistema immunitario ne trae un gran giovamento, anche perché Passeggiata col canecamminare all’aria aperta, alla luce, stimola la produzione di vitamina D, fondamentale per la buona salute delle ossa e del fisico in generale.

Allontana lo stress. Una bella passeggiata, in un luogo riposante e rilassante, come appunto potrebbe essere il parco cittadino, il bosco, la campagna, allontana lo stress e i cattivi pensieri, fa ritrovare la pace interiore. Provare per credere.

Leggi anche

Seguici