Questo sito contribuisce
all'audience di

Gambe stanche e gonfie? Ecco i rimedi naturali

Gambe stanche e gonfie ecco tutti i rimedi per avere le tue gambe sempre in forma

di Redazione

13 Agosto 2014



Ai primi caldi le gambe diventano gonfie e pesanti a causa della vasodilatazione. I sintomi comprendono crampi, formicolio e un senso di fastidio che si può estendere dal polpaccio fino al piede.

L‘insufficienza venosa riguarda, soprattutto, le donne e si acuisce con l‘aumento delle temperature. Per risolvere questo problema è necessario rivolgersi al medico di famiglia che può prescrivere ulteriori accertamenti, come un eco color doppler.

Esistono anche rimedi naturali utili per contrastare il gonfiore delle gambe e riguardano sia lo stile di vita che l’alimentazione. Quest’ultima dovrebbe essere iposodica, ossia con poco sale da cucina; per limitare il consumo si possono utilizzare le erbe aromatiche e le spezie.  Negli alimenti è fondamentale verificare, sempre, l’elenco degli ingredienti; fra i cibi da limitare vi sono i dadi, quelli precotti e gli insaccati.

Nella dieta hanno un ruolo molto importante le verdure fresche e la frutta perchè apportano vitamine utili per il benessere delle vene. Importante è  la vitamina C che  rafforza le pareti venose e riduce il problema delle gambe gonfie.  Anche l‘idratazione gioca un ruolo fondamentale perchè aiuta ad eliminare i ristagni di liquidi, a sgonfiare e a contrastare la cellulite che influisce, negativamente, sulla circolazione. Contro le gambe gonfie e l’insufficienza venosa è possibile assumere dei rimedi omeopatici che però non devono sostituire le prescrizioni mediche. Fra le pianti maggiormente consigliate vi sono la vite rossa, la centella asiatica ed il rusco.

Un buon rimedio per lenire il fastidio e il senso di pesantezza sono i massaggi con creme ed oli naturali; sul mercato si trovano numerosi prodotti ad hoc, utili per alleggerire le gambe e ripristinare la circolazione. I massaggi devono essere eseguiti con movimenti rotatori e lenti che partano dal basso verso l’alto e dovrebbero essere ripetuti ogni giorno. Per favorire il ritorno venoso è utile utilizzare un cuscino sul quale posare i piedi; questa soluzione è indicata sia durante il riposo notturno che nelle pause relax, per esempio mentre si legge o si guarda la televisione.

Sotto la doccia invece, è consigliabile dirigere il getto d’acqua fredda sulle gambe e sulle caviglie, in modo ridurre i fastidi e migliorare la circolazione.

Il gonfiore può essere contrastato scegliendo calzature comode e riservando i tacchi, in particolare quelli alti e sottili, a rare occasioni. Inoltre, bisognerebbe privilegiare indumenti non eccessivamente stretti ed aderenti.

I motivi che determinano questa patologia possono essere di natura ereditaria, legati allo stile di vita, al sovrappeso e all’assunzione di particolari farmaci; invece, nei casi più gravi, il problema è collegato a disturbi renali o cardiaci.

Quando le gambe si gonfiano è bene controllare il proprio peso forma e, in caso di sovrappeso, provvedere a dimagrire; infatti, il rallentamento della circolazione venosa può dipendere, anche, dai chili di troppo.

Una valida arma per ripristinare il benessere delle nostre gambe è il movimento; dopo aver effettuato una visita medico sportiva, è possibile dedicarsi al nuoto, alla bicicletta o alle camminate a passo veloce. L’esercizio deve essere costante e deve essere ripetuto per minimo 30 minuti al giorno. Inoltre, durante la giornata è consigliato muoversi spesso, cercando di evitare di passare troppo tempo seduti oppure in piedi nella stessa posizione.

Leggi anche

Seguici