Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Togli queste (cattive) abitudini e le Maniglie dell’Amore spariranno

Un regime alimentare sbagliato è alla base di tanti mali, o forse di tutti, e tra questi, anche se poi si tratta solo di un antipatico inestetismo, anche le maniglie dell’amore.

di Daniele Lisi

09 Agosto 2014



Maniglie dell'amoreTogli queste (cattive) abitudini e le Maniglie dell’Amore spariranno, si perché è lo stile di vita a farle presentare,  e ovviamente nello stile di vita è compresa anche l’alimentazione. Un regime alimentare sbagliato è alla base di tanti mali, o forse di tutti, e tra questi, anche se poi si tratta solo di  un antipatico inestetismo, anche le maniglie dell’amore contro cui  l’attività fisica, quale essa sia, non può fare miracoli. Pensare di poter mangiare quello che si vuole, semmai anche senza limitarsi nelle quantità, e retare un figurino, o qualcosa di simile, è una pia illusione, perché la forma fisica, in tutti i sensi, passa in primo luogo per una corretta alimentazione, ovviamente anche condita da una certa attività fisica che va praticata con costanza, e non solo occasionalmente. Vi sono delle abitudini alimentari sbagliate che sono le principali responsabili di della formazione di questo grasso che trova la sua collocazione principe sui fianchi e che qualcuno, chissà quando, per minimizzare il problema o anche solo per darsi coraggio, ha avuto al bella idea di chiamare “maniglie dell’amore”. Ma vediamo quali sono queste cattive abitudini da evitare, per non rientrare nella categoria delle persone con maniglie.

In primo luogo, mangiare di notte. Questo non ha nulla a che vedere con  la sindrome del Night Eating, che è qualcosa di molto di più di una semplice cattiva abitudine. È un impulso irrefrenabile che costringe a dare l’assalto al frigorifero anche più volte nella stessa nottata, con tutte le conseguenze che una cosa del genere comporta. Mangiare di notte fa male alla salute, perché non solo potrebbe dar luogo a problemi di  digestione, ma considerando che dopo lo spuntino si torna a letto, non si ha né il modo né tantomeno il tempo per smaltire le calorie assunte, calorie che si trasformano in massa grassa che a sua volta si va a depositare li dove non dovrebbe. Se proprio non se ne può fare  a meno, mangiare un po’ di frutta o della verdura, come un bel finocchio, praticamente zero calorie e tante fibre che saziano a lungo.

Bibite gassateBere bibite gassate, che solitamente sono anche zuccherate e quindi una fonte non indifferente di calorie, quindi rappresentano un vero attentato alla salute. Se si ha sete, se si ha la necessità di dissetarsi e non si vuole bere solo acqua, che poi sarebbe la soluzione migliore, meglio bere un succo di frutta, non di produzione industriale, ma fatto in casa a base di frutta fresca e senza aggiungere null’altro.

Non utilizzare piatti grandi per mangiare. È un fatto psicologico, perché ci si regola in base alla dimensione del piatto e, quindi, un piatto grande, anche se riempito con la quantità solita di cibo, sembrerà un piatto mezzo vuoto e, quindi, non appagante, per nulla saziante, e si tenderà a riempirlo. Utilizzare pitti grandi è al strada più rapida per trovarsi in sovrappeso.

Mangiare quando si è stressati o tristi. In una condizione del genere si tende a scaricare tutta la propria frustrazione cercando consolazione nel cibo. Oltre tutto, quando si è in questo stato, si tende a mangiare distrattamente, perché si sente la necessità di mettere qualcosa sotto i denti, convinti che non ci tradirà, e solitamente si rivolgono le proprie attenzioni ad alimenti particolarmente calorici, ricchi di zuccheri, come i dolci, con tutte le inevitabili conseguenza per la linea. Se si è agitati, Mangiare di nottenervosi, stressati, il modo migliore per scaricare la tensione è fare una bella passeggiata; due piccioni con una fava, ovvero un po’ di attività fisica e la ritrovata serenità.

Non assumere abbastanza proteine, che poi sono il vero carburante dell’organismo, indispensabili per il suo perfetto funzionamento.  Se non se ne assumono a sufficienza, il metabolismo rallenta e i livelli di insulina tendono a salire, e questo è un danno per l’organismo.

Leggi anche

Seguici